Nucleo familiare ed inclusione eventuale della suocera [Commento 2]

  • pinetta 18 ottobre 2013 at 10:39

    Buongiorno vorrei aiuto per risolvere dubbi sulla seguente situazione
    Attualmente abbiamo la residenza anagrafica nella medesima città e via ( appartamento ) io, mio marito, mia madre e mio fratello. La situazione si è modificata da poco a seguito del mio matrimonio. Prima di tale evento avevamo comunque tutti la medesima residenza in quanto io ed il mio attuale marito abbiamo convissuto nello stesso appartamento sempre con mia madre e mio fratello. Nello stato di famiglia comparivamo tutti e quattro.
    In passato dovendo chiedere l'isee ci è stato chiesto di indicare tutti i componenti. ( praticamente una famiglia di nababbi visto che ringraziando iddio eravamo tutti lavoratori dipendenti e pensionati ).
    Oggi la situazione è questa: io lavoro, mio fratello idem ( entrambi dipendenti ), mia madre è pensionata e percepisce pensione ex inpdap, mio marito era ed è sempre lavoratore a tempo determinato tranne da un mese in quanto ha è scaduto il contratto e non è stato rinnovato. ha fatto richiesta per indennità di disoccupazione.
    La mia domanda è questa: pur mantenendo la stessa residenza, possiamo mio marito ed io staccarci dal nucleo familiare per costituirne un altro e soprattutto toglietemi un dubbio essendo nello stesso stato di famiglia noi quattro siamo effettivamente un unico nucleo familiare ?
    Aggiungo infine che la casa dove residiamo è di proprietà principalmente di mia madre, ( al 50% + 2/3 dell'altro 50%) il restante è di proprietà mia, di mio fratello residente e di mia sorella che però risiede altrove. Mio marito non è proprietario della casa di residenza.
    Grazie per l'aiuto che vorrete gentilmente daarmi

    • Ludmilla Karadzic 18 ottobre 2013 at 10:55

      Purtroppo, mantenendo l'attuale residenza, non è possibile scindere il nucleo familiare che è costituito da lei, suo marito, i suoi genitori e suo fratello. Infatti, bisognerebbe costituire una nuova famiglia anagrafica, cosa impossibile dal momento che fra i conviventi intercorrono rapporti di parentela.

      Tuttavia, suo marito potrebbe acquisire residenza altrove (presso un amico, non suo parente) costituendo una famiglia anagrafica (stato di famiglia) ben distinta da quella dell'ospite. In questa circostanza, lei, pur mantenendo la residenza attuale, avrebbe la facoltà di presentare una dichiarazione ISEE dove il nucleo familiare sarebbe formato esclusivamente da lei e da suo marito.

      Questo perché quando due coniugi hanno diversa residenza anagrafica, nella redazione dell'ISEE essi possono scegliere come sede del nucleo familiare una delle due residenze. E, quindi, lei verrebbe cooptata nel nucleo familiare di suo marito.

1 2

Torna all'articolo