Notifica della cartella esattoriale – termini di decadenza e di prescrizione [Commento 5]

  • giacomo2 10 agosto 2012 at 03:46

    Domanda,ho letto sopra:
    Ciò in forza dell'articolo 1, comma 153, della Legge n. 244/2007 (finanziaria 2008), che ha modificato l'articolo 3 del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 dicembre 2005, n. 248, per il quale: “A decorrere dal 1º gennaio 2008 gli agenti della riscossione non possono svolgere attività finalizzate al recupero di somme, di spettanza comunale, iscritte in ruoli relativi a sanzioni amministrative per violazioni del codice della strada di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, per i quali, alla data dell‘acquisizione di cui al comma 7, la cartella di pagamento non era stata notificata entro due anni dalla consegna del ruolo».
    Per Notificata entro Due anni dalla data d'iscrizione al ruolo si intende:
    Quando il cittadino viene messo a conoscenza, o meglio l'atto ha compiuto la sua notifica legale?
    O viene inteso quando la Polizia MunicipaleComune consegna la Cartella alle Poste? e se fosse quest'ultimo caso quando tempo ha poi a disposizione la Posta per Notificare la Cartella allinteressato... Es. 90 giorni 150 giorni.....???

    • Ludmilla Karadzic 10 agosto 2012 at 05:07

      La Cassazione nella sentenza n. 13970 del 26.07.2004 ha precisato: ”… deve ritenersi operante nell'ordinamento vigente un principio generale secondo il quale, qualunque sia la modalità di trasmissione, la notifica di un atto processuale, almeno quando debba compiersi entro un determinato termine, si intende perfezionata, dal lato del richiedente, al momento dell'affidamento dell'atto all'ufficiale giudiziario che funge da tramite necessario del notificante nel relativo procedimento vincolato”

      In altre parole al fine del rispetto di un termine pendente a carico del notificante, è sufficiente che l'atto sia tempestivamente consegnato all'ufficiale giudiziario (o al messo o alle poste). Mentre i termini per la tutela in giudizio del destinatario vengono fatti decorrere dal momento in cui è concreta la conoscibilità dell'atto a lui notificato, ovvero con il ricevimento dell'atto (o, comunque, decorsi dieci giorni dalla relativa spedizione nel caso di irreperibilità).

      Non sono stati previsti vincoli o scadenze precise per la consegna dell'atto al destinatario da parte degli agenti postali.

1 3 4 5 6 7 8

Torna all'articolo