Cartella esattoriale e relata in bianco - la notifica è nulla, ma non inesistente

Ancora una volta la Corte di Cassazione è stata chiamata a pronunciarsi sulla notifica di una cartella esattoriale, consegnata senza che il messo notificatore avesse compilato la relata. Con la sentenza numero 6613 del 15 marzo 2013 i giudici di piazza Cavour hanno ribadito che l'omessa compilazione della relata di notifica di una cartella esattoriale non dà luogo a inesistenza della stessa bensì a nullità, sanabile con la proposizione del ricorso da parte del destinatario dell'atto. Ciò in applicazione del fondamentale principio del raggiungimento dello scopo (articolo 156 cpc) secondo il quale la nullità non può mai essere pronunciata, se l'atto ha raggiunto lo scopo a cui è destinato.

Pertanto, la condizione che la relata non sia stata compilata non dà luogo, a parere dei giudici di legittimità, a inesistenza della notifica, che si verifica quando il relativo tentativo sia avvenuto in luogo e con modalità tali che non sussista alcun collegamento con il destinatario, ma a nullità, sanabile con la presentazione del ricorso da parte del destinatario.

26 febbraio 2012 · Rosaria Proietti

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info



Cerca