Notifica degli atti attraverso il servizio postale - momento in cui deve considerarsi perfezionata la notifica del'atto [Commento 1]

  • roberta74 21 ottobre 2011 at 21:34

    salve a tutti ho una domanda da porvi...il 14 giugno ho preso una multa per divieto di sosta..quest'ultima diceva che avevo 10 giorni per pagarla..il giorno dopo sono partita per il mare e da brava cittadina ho portato con me la multa per pagarla..ovviamente me ne sono dimenticata..il 31 agosto sono tornata a casa e nella buchetta c'era una avviso di raccomandata,colore verde del 3 Agosto..ovviamente il giorno dopo al mio rientro l'ho ritirata (1 settembre)...ovviamente tutte le mie intenzioni erano per pagarla, in buona fede quando leggo che ho 60 giorni dalla notifica per pagarla o fare ricorso me la prendo comoda tanto da come viene spiegato il verbale qualsiasi persona ignorante i materia di multe crede di avere tempo fino a fine ottobre...oggi parlando con un vigle mi mi dice che non è così .. mi arriverà una sanzione perchè ho pagato in ritardo ...in quanto trascorsi dieci giorni di deposito in posta la multa per loro è notificata....quindi i termini erano entro il 16 ottobre..( l'ho pagata il 20 ottobre) ...mi sembrano truffe legalizzate ...e se io fossi stata in ospedale o all'estero ?al ritorno, oltre alla multa anche un'altra multa per non aver pagato la prima perchè decorsi i tempi.....mi domando i 60 giorni non dovrebbero partire da quando il destinatario firma per ricevimento della raccomandata,""

    • Simone Saintjust 22 ottobre 2011 at 04:44

      Un atto si intende notificato dopo dieci giorni di giacenza negli uffici postali (compiuta giacenza). Se fosse come lei suggerisce (termini a partire dalla data in cui si firma la ricevuta) basterebbe non ritirare mai nulla ...

Torna all'articolo