Equitalia deve assolvere l'onere probatorio sulla ritualità e tempestività della notifica

Proprio in aderenza a questi principi, la Corte di Cassazione ha chiarito che ai sensi degli articoli 2697 cc e 26 del DPR numero 602/73, debba essere l'agente della riscossione ad assolvere l'onere probatorio circa il contenuto delle cartelle di pagamento indirizzate al contribuente nonché la ritualità e tempestività della loro notifica (ordinanza della Corte di Cassazione numero 22041 del 28/10/10).

Si riporta, infatti, uno stralcio della predetta ordinanza dove la Suprema Corte dichiara "... questo Collegio è stato edotto del solo fatto che sono state notificate alcune cartelle, ma non è stato posto in condizione di sapere esattamente quali perché la Concessionaria non le ha prodotte".

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su equitalia deve assolvere l'onere probatorio sulla ritualità e tempestività della notifica. Clicca qui.

Stai leggendo Equitalia deve assolvere l'onere probatorio sulla ritualità e tempestività della notifica Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 7 gennaio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 26 dicembre 2016 Classificato nella categoria notifica della cartella esattoriale e degli atti impositivi in generale . Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento Numero di commenti e domande: 1

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info