Notifica degli atti al vecchio indirizzo di residenza - Nulla anche se perfezionata nella mani di un parente stretto

La notifica di un atto non effettuata nel luogo di abitazione del destinatario nel suo Comune di residenza (come risultante dal certificato anagrafico), ma nel diverso luogo di abitazione di un parente stretto, che lo ha ricevuto in tale qualità, è viziata da nullità. Anche se il luogo di notifica corrisponde al vecchio indirizzo di residenza del destinatario.

Infatti, non basta che la persona cui sia stata consegnata la copia sia in rapporti di parentela con il destinatario dell'atto dovendo, invece, trattarsi di persona di famiglia o addetta alla casa, di persona cioè a lui legata da un rapporto di convivenza che, per la costanza di quotidiani contatti, dà affidamento che l'atto sia portato a sua conoscenza.

Né la notifica può ritenersi perfezionata perché indirizzata all'indirizzo risultante dal PRA, nel quale registro non sia stato effettuato il relativo aggiornamento, non essendo questo adempimento riferibile al destinatario e non esonerando tale risultanza l'amministrazione procedente dalla necessaria verifica anagrafica ai fini della regolarità della procedura.

Quello appena riportato è il parere dei giudici della Corte di cassazione affidato al contenuto della sentenza 7200/16.

15 aprile 2016 · Marzia Ciunfrini

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su notifica degli atti al vecchio indirizzo di residenza - nulla anche se perfezionata nella mani di un parente stretto.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • fabio 16 settembre 2016 at 06:34

    In data 20 Luglio 2016 ricevo un avviso di cortesia MOF lasciato nella cassetta della posta per mia essenza. Ero fuori e lo vedo solo al mio rientro il 10 settembre 2016. Mi reco l'11 settembre alle poste e mi dicono che la cartella (di questo si tratta) non può essere ritirata e che devo aspettare un secondo avviso che mi doveva essere inviato entro 10 giorni dal primo avviso ma che non hanno inviato perché ad "agosto alle poste nessuno lavora". La domanda è: la notifica della cartella si intende effettuata alla data dell'avviso MOF ovvero dal 20 Luglio? Oppure da quando sarà fatta la notifica?