Fideiussione e mutuo - se è previsto il beneficio di escussione il creditore deve necessariamente agire prima sul mutuatario

Dipende dal tipo di fideiussione prestata dai garanti: se è previsto il beneficio di escussione, la banca deve innanzi tutto porre in essere tutti i tentativi per escutere il mutuatario.

Il che significa che può rivalersi sui garanti solo se l'immobile, per cui il mutuo è stato erogato, non si riesce a vendere all'asta o, se il ricavato dalla vendita non è sufficiente ad estinguere il debito.

In ogni caso i garanti sono obbligati ad intervenire qualora il ricavato dalla vendita non sia sufficiente a coprire il credito insoluto.

24 ottobre 2012 · Andrea Ricciardi

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su fideiussione e mutuo - se è previsto il beneficio di escussione il creditore deve necessariamente agire prima sul mutuatario. Clicca qui.

Stai leggendo Fideiussione e mutuo - se è previsto il beneficio di escussione il creditore deve necessariamente agire prima sul mutuatario Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 24 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info