Siamo riusciti ad ottenere mutuo liquidità ma è controllato

Dopo mille problemi e chili di documenti prodotti siamo riusciti a ottenere un mutuo di liquidità, con banca bnl.

Prima dell'approvazione ci hanno richiesto tutti i documenti per verificare la finalità dei soldi richiesti, in questo caso metà consolidamento metà ristruttrazione.

Abbiamo quindi consegnato i documenti relativi ai prestiti in corso da chiudere e i preventivi di ristrutturazione.

Oggi la banca ci chiama per fissare la data della stipula, e ci comunica anche che il mutuo sarà "controllato" ovvero che non avremo la liquidità disponibile sul conto, i soldi saranno "congelati" e di volta in volta la banca andrà a bonificare le fatture emesse per la ristrutturazione.

Ok, ma che mutuo liquidità è?! nella somma noi avevamo compreso anche circa 10.000 euro in più proprio per uso di "liquidi", per l'acquisto di materiali vari, spese accessorie e quant'altro non è compreso nei preventivi dell'idraulico o dei muratori. Come facciamo ora?! La banca dice che tutto deve essere giustificato, sennò non li rendono disponibili.

Quindi quello che ho pensato è stato di farmi fare una fattura "finta" da un amico, per ipotesi di 2mila euro, la banca paga lui e lui li da a me, togliendo i 400 euro di iva. Mi sembra allucinante... c'è un qualche modo sensato per avere una parte di questi soldi disponibili?

P.s: so che dovrei essere contenta per aver ottenuto il mutuo, ma dopo mille e mille problemi che ci sono stati, rifiuti da altre banche ecc. pensavo di poter finalmente tirare un sospiro di sollievo, invece c'è n'è sempre una.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su siamo riusciti ad ottenere mutuo liquidità ma è controllato.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.