Mutuo e sospensione delle rate » 31 marzo 2014 ultimo termine utile per presentare la domanda

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Sospensione delle rate del mutuo per chi si trova in difficoltà economica: la presentazione della domanda va fatta entro il 31 marzo 2014.

Se per gravi motivi non si riesce più a pagare la rata del mutuo è possibile richiedere la sospensione del pagamento delle rate entro e non oltre il 31 marzo 2014.

Sospensione rate mutuo

Molte persone si trovano in difficoltà economica seria a causa della perdita improvvisa del lavoro, per un lutto o per gravi problemi di salute. In questi casi è possibile tramite l'Abi (Associazione bancaria italiana) e le associazioni dei consumatori richiedere la sospensione del pagamento delle rate.

Ricordiamo che la sospensione delle rate è concessa se:

  • Il mutuatario è in possesso di un indicatore ISEE (l'indicatore della situazione economica equivalente Ndr) non superiore ai 30 mila euro.
  • Il mutuo stato sottoscritto per l'acquisto della prima casa e per un importo non superiore ai 250 mila euro;
  • Il mutuo è in ammortamento da almeno un anno e il ritardo di pagamento delle rate non supera i 90 giorni consecutivi;

E' necessario sottolineare che gli interessi maturati per tutta la durata della sospensione (12 mesi) saranno addebitati al contraente del mutuo al termine del periodo di sospensione il che significa che se le condizioni del contraente non sono migliorate egli si troverà a fronteggiare un ulteriore problema.

Per dare luogo all'avvio della procedura è necessario compilare un apposito modulo presso la banca che ha erogato il mutuo.

28 febbraio 2014 · Chiara Nicolai

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


cerca