Mutuo e falsità

Che cosa nasconde l'accordo ABI Tremonti sulla rinegoziazione dei mutui?

Per noi che siamo maligni e diffidenti nasconde il tentativo di negare la PORTABILITA’. La possibilità di cambiare banca che è l'unica vera possibilità di ricevere un vantaggio vero e duraturo per il risparmiatore.

Diciamocelo, rinegoziare il muto in base all'accordo Tremonti - ABI preclude al risparmiatore la possibilità di cambiare banca seguendo le condizioni più favorevoli. Cosa che non è mai stata digerita dalle banche.

Ma soprattutto questo accordo spegne l'unico barlume di concorrenzialità tra le banche ripristinando gli accordi di cartello.

Rinegoziando il muto ci legheremo per più tempo alla banca, alla tua banca, seppellendo in modo definitivo la possibilità di cambiare.

Già le parti dell'accordo dovrebbero insospettirci . Da un parte il governo dall'altra le banche , tutte le banche , con criteri che valgono per tutte le banche.

Se qualcuno parlerà ancora di libero mercato e di concorrenza, e non di una manovra per aggirare i provvedimenti dell'Antitrust che ha in istruttoria il comportamento ostile delle banche nei riguardi della PORTABILITA’, si merita questo stato di cose.

Noi, per quel che serve, continueremo a denunciare le manifestazioni di questo capitalismo italiota e statalista, forte in Italia con i deboli ma incapace di affrontare la concorrenza internazionale ed assolutamente refrattario alla logica di mercato.

di Mariano Leone

Nella foto sopra il Cavaliere Corrado Faissola, Presidente dell'ABI (n.d.r.)

3 giugno 2008 · Antonio Scognamiglio

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Bluseagull 13 giugno 2008 at 09:00

    Sono assolutamente d'accordo con l'autore del pezzo. Secondo me Berlusconi e Tremonti, invece, di lanciare messaggi populistici e anti-poteri forti (banche ovviamente nel caso!), se volessero davvero aiutare le famiglie itliane farebbero meglio:
    1_ a fare attuare la riforma Bersani sulla portabilità alle banche
    2_ come ho già scritto altrove, a chiedere in Europa di rimettere in discussione la mission della BCE (ove ne avessero facoltà!), legandola non più soltanto all'inflazione, perché altrimenti questi banchieri sono capaci di uccidere la nostra economia