Mutuo o affitto, quale scegliere » pro e contro

Ecco i pro e i contro del mutuo rispetto all'affitto:

I pro:

  • beneficio delle agevolazioni fiscali
  • riduzione del peso reale della rata nel tempo (linea capitale), grazie all'effetto dell'inflazione. Differentemente, i canoni di locazione sono indicizzati al costo della vita rilevato dall'Istat, e i contratti vengono rivisti periodicamente.
  • si diventa proprietari di un immobile che acquista valore nel tempo.
  • se lo scopo è l'investimento, in genere, il rendimento da locazione di un immobile è superiore rispetto a quello finanziario (anche al netto di spese e tasse).

I contro:

  • costi accessori non indifferenti
  • disponibilità immediata di una somma per l'anticipo: i mutui 100% essendo più rischiosi per la banca, sono anche più costosi per il cliente
  • acquisto immediato della proprietà dell'immobile: dunque bisogna farsi carico di tasse e spese di manutenzione straordinaria
  • a parità di rata da destinare all'abitazione (mutuo o affitto), l'importo di mutuo ottenibile potrebbe non essere sufficiente ad acquistare la casa preferita, nella quale, viceversa, sarebbe possibile abitarci pagando l'affitto (es. casa in centro)

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mutuo o affitto, quale scegliere » pro e contro. Clicca qui.

Stai leggendo Mutuo o affitto, quale scegliere » pro e contro Autore Carla Benvenuto Articolo pubblicato il giorno 28 ottobre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria preliminare di compravendita della casa e perfezionamento dell'acquisto Inserito nella sezione mutui per acquisto casa e affitti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info