Accollo del mutuo non liberatorio - Prescrizione del diritto agli interessi

Nel caso della prescrizione del diritto agli interessi, l'articolo 2948, comma 4 del Codice Civile, stabilisce che: gli interessi e, in generale, tutto ciò che deve pagarsi periodicamente ad anno o in termini più brevi

Ma su questo tema, consolidata giurisprudenza è ormai costante nell'escludere l'applicabilità del termine quinquennale di prescrizione degli interessi alle quote conglobate nelle rate di mutuo scadute e non pagate.

Infatti, con la pronuncia numero 12707 del 30 Agosto 2002, la Corte di Cassazione, ha sancito che: All'obbligo di restituire la somma ricevuta a titolo di mutuo che costituisce un debito unico, sebbene possa essere rateizzato in più versamenti periodici, non si applica la prescrizione quinquennale prevista dall'articolo 2948 numero 4 cod. civ., relativa ai debiti che debbono soddisfatti periodicamente ad anno, in termini più brevi.

Ecco perchè, la vantata prescrizione quinquennale non si applica al caso in oggetto, in quanto i ratei di mutuo fondiario ed i relativi interessi, non sono prestazioni periodiche dovute ad un'unica causa, bensì adempimenti parziali dell'unico debito derivante dal mutuo.

Pertanto, secondo il Tribunale di Monza, al contratto di mutuo in esame, il diritto alla corresponsione degli interessi è, soggetto alla prescrizione decennale e non quinquennale.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su accollo del mutuo non liberatorio - prescrizione del diritto agli interessi.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.