Mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile (affitto o soffietto) – aspetti positivi e negativi [Commento 9]

  • daniela 14 luglio 2011 at 22:31

    ho sentito che il mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile si può stipulare per un tempo massimo di 25 anni , vorrei sapere nel caso in cui a causa degli aumenti, le rate vadano oltre i 25 anni previsti, c'è un tempo massimo oltre il quale non si può andare? se si ed entro il tempo massimo previsto nn ho finito di pagare cosa succede?

    • dott. Emanuele Perrotta 15 luglio 2011 at 07:09

      Ciao Daniela. I 25 anni rappresentano soltanto il periodo di ammortamento previsto nel caso in cui i tassi non dovessero mai variare. Alla fine dei 25 anni, nel caso in cui l'andamento dei tassi avessero determinato un allungamento del periodo di ammortamento effettivo, lei continuerà tranquillamente a pagare. O, per lei, i suoi eredi.

1 7 8 9

Torna all'articolo