Mutui: rate amare, euribor vola a 5,38% ben 113 punti sopra tasso BCE [Commento 1]

  • associazioni Consumatori 7 ottobre 2008 at 16:45

    Sono circa tre milioni e duecentomila le famiglie stremate dai continui aumenti delle rate dei mutui. Lo dicono i presidenti di Adusbef e Federconsumatori che, di fronte al nuovo record del tasso interbancario, a quota 5.38, rimarcano come la Banca centrale europea sia "impassibile, ostinandosi a non abbassare il tasso di sconto, almeno di un punto percentuale". I consumatori ritengono questo un "provvedimento indispensabile che risolleverebbe le condizioni gravissime in cui versano quelle famiglie che hanno contratto mutui a tasso variabile".

    Dal 2005 ad oggi gli aumenti delle rate hanno raggiunto 220 euro mensili, pari a circa 2640 euro annui. Solo nel 2008, alla luce del rialzo del tasso interbancario, la rata è aumentata di 506 euro l'anno, causando "pesanti ricadute sul potere di acquisto di tali famiglie".

    "Sappiamo per certo che 1 milione di famiglie stenta a pagare le rate dei mutui e che si stanno effettuando migliaia di pignoramenti", dicono Adusbef e Federconsumatori che chiedono un urgente intervento che blocchi definitivamente i pignoramenti e le esecuzioni sugli immobili; un abbattimento del tasso di sconto da parte delle Bce; sanzioni sul sistema bancario, qualora non operasse in maniera regolare la rinegoziazione dei mutui, a partire dalla portabilità; la costituzione, da parte del Governo, di un fondo ad hoc per risarcire i risparmiatori danneggiati dai recenti crack finanziari.

1 2

Torna all'articolo