Portabilità mutui, l'Antitrust condanna 23 banche e le sanziona con una multa di 10 milioni di euro

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Antonio Catricalà Presidente Antitrust Nove milioni e 680 mila euro: questo è il totale della sanzione che l'Antitrust ha comminato a 23 banche per pratiche commerciali scorrette. Di fatto, secondo L'Autorità, le banche hanno impedito o reso troppo onerosa per i consumatori già titolari di un mutuo la surrogazione del mutuo stesso. Tale comportamento è stato dimostrato da un'indagine di Altroconsumo, associazione indipendente di consumatori, i cui risultati sono stati trasmessi all'Antitrust il 18 aprile scorso. Dall'indagine di Altroconsumo emergeva la mancata attuazione della portabilità gratuita dei mutui da parte del 95% degli operatori bancari che, al contrario, offrivano la soluzione più onerosa della sostituzione del mutuo o la surrogazione ma sempre con oneri a carico dei consumatori.

Le multe vanno da 500 mila euro (a carico di Unicredit Banca, Unicredit Banca di Roma e Deutsche Bank) a un minimo di 300 mila. Quetse le sanzioni comminate, in dettaglio:

Istituto di Credito Sanzione
Banca Sella S.p.A. 300.000 €
Banca Carige S.p.A. 420.000 €
Banca Antonveneta S.p.A. 460.000 €
Deutsche Bank S.p.A. 500.000 €
Unicredit Banca S.p.A. 500.000 €
Unicredit Banca di Roma S.p.A. 500.000 €
Banco di Sicilia S.p.A. 450.000 €
Bipop carire S.p.A. 420.000 €
BNL Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. 450.000 €
Monte dei Paschi di Siena S.p.A. 350.000 €
Intesa San Paolo S.p.A. 480.000 €
Banca Popolare di Bergamo S.p.A. 450.000 €
Banco di Brescia S.p.A. 450.000 €
Banca Regionale Europea S.p.A. 450.000 €
Banca Popolare Commercio e Industria S.p.A. 450.000 €
Credito Emiliano S.p.A. 420.000 €
Banca Popolare di Vicenza S.p.A. 440.000 €
Banca Nuova S.p.A. 440.000 €
Credito Artigiano S.p.A. 250.000 €
Banca Popolare di Milano S.p.A. 420.000 €
Banca Popolare di Sondrio S.p.A. 410.000 €
Banca Popolare di Verona S.Geminiano e S. Prospero S.p.A. 320.000 €
Banca Popolare di Lodi S.p.A. 350.000 €
Totale di tutti gli istituti di credito 9.680.000 €

Il presidente di Altroconsumo Paolo Martinello esprime soddisfazione “per il tempismo e la fermezza con cui l'Antitrust, a soli tre mesi dalla nostra segnalazione, ha colpito un comportamento diffuso dell'intero sistema bancario.

Si tratta della sanzione più elevata comminata dall'Antitrust per pratiche commerciali scorrette”. “Chi è stato costretto a pagare le spese richieste dalla banca per trasferire il mutuo con la surrogazione - continua Martinello - ha diritto a chiederne il rimborso.La condanna dell'Antitrust è la conferma ulteriore che si è trattato di una richiesta illecita”.

8 agosto 2008 · Antonio Scognamiglio

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Gero 18 novembre 2008 at 07:58

    Se la banca X non impedisce al cliente la portabilità del mutuo, ma non si presenta all'atto di surroga, comportando dunque il rilascio di una quietanza differita (altre 300€ circa), e se la banca subentrante non intende pagare le spese per tale quietanza differita, ma solo quelle relative alla surroga, c'è una pratica scorretta da parte di uno dei due attori? Chi deve pagare questa somma extra? Mi sembra che ci sia un buco da colmare...

    Grazie.

1 7 8 9