Mutui casa: aumentano i pignoramenti per insolvenza

A gennaio è tornato ad aumentare il numero di case pignorate dagli istituti di credito in seguito a rate di mutuo non pagate. Lo rivela questa settimana L'Espresso. Tra settembre e dicembre dello scorso anno la sofferenza, cioè chi non aveva pagato più di sei rate, era pari all'1,5%. Un fenomeno preoccupante che colpisce per lo più chi ha sottoscritto mutui a tasso variabile, secondo i calcoli 450mila famiglie. Il problema a Roma è particolarmente sentito.

I prezzi degli immobili al centro come in periferia negli ultimi anni sono schizzati alle stelle rendendo l'acquisto sempre più difficile. Secondo una recente indagine a cura dell'istat, in tutta Italia, sono oltre 4 milioni i trentenni potenziali acquirenti. Nel Lazio rappresentano l'8,8% del totale. Eppure su cento giovani che già lavorano più della metà vive ancora in casa dei genitori.

Ma il mercato dei mutui, probabilmente a causa della difficoltà di molti a stare dietro al costo delle case e agli elevati tassi di interesse, sta vivendo una fase di controtendenza. A dirlo è il gruppo Unicredit che parla di un calo delle erogazioni, nei primi tre mesi del 2007, pari all'1,6%. Chi sottoscrive un prestito sceglie sempre più di frequente di restituirlo in più di 15 anni con rate rigorosamente a tasso fisso. Per evitare nel tempo brutte sorprese.

10 novembre 2007 · Patrizio Oliva

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mutui casa: aumentano i pignoramenti per insolvenza.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.