Le perplessità sull'uso delle multe a strascico e dello street control

Multe a strascico: il nuovo sistema adottato dalle polizie municipali di tutte italia sarà un valido deterrente contro i furbetti dell'automobile o è l'ennesimo tentativo di aumentare le entrate dei comuni? Facciamo chiarezza.

I primi dati sui verbali elevati con lo Street control parlano chiaro.

Nel 2015, a Palermo, le quattro pattuglie in circolazione ogni giorno hanno emesso 38 mila verbali, di cui 33 mila per sosta in doppia fila. Un incremento del 30 per cento rispetto al 2014.

Dotate di infrarossi, le telecamere funzionano perfettamente anche di notte, raddoppiando, di fatto, il lavoro che il singolo vigile, armato di penna e taccuino, potrebbe svolgere.

Da qui dubbi e polemiche sia tra i cittadini che tra i vigili stessi, i cui sindacati avevano precedentemente espresso perplessità riguardo uno strumento considerato più utile per fare cassa che per tutelare e garantire il rispetto della legge, ma ora è anche arrivato il via libera del Ministero dei Trasporti.

I sindaci non vogliono fare cassa con le multe e ogni città sta vedendo come utilizzare virtuosamente questo strumento, ha spiegato il delegato dell'Associazione dei Comuni d'Italia per la finanza locale.

Nelle mire dello Street Control vi sono infatti, oltre ai veicoli in sosta vietata, anche quelli non in regola dal punto di vista assicurativo:

Si stima che siano circa quattro milioni, per questo è stato dato accesso alla a banca dati per scoprire più mezzi non assicurati possibili.

Le istituzioni, dunque, sono fiduciose anche per gli altri provvedimenti antifrode come la dematerializzazione dei contrassegni assicurativi.

A sottolineare lo stretto legame dello Street Control con il recente processo di digitalizzazione dei controlli, anche il comandante della polizia locale di Milano, che, apprezzandone le potenzialità, ha comunque evidenziato l'importante e fondamentale ruolo che l'agente, munito di tablet, continuerà a giocare.

19 gennaio 2016 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su le perplessità sull'uso delle multe a strascico e dello street control. Clicca qui.

Stai leggendo Le perplessità sull'uso delle multe a strascico e dello street control Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 19 gennaio 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 14 gennaio 2017 Classificato nella categoria multe e sinistri - giurisprudenza di legittimità e di merito - circolari del ministero dei trasporti Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

cerca