Multe per infrazioni semaforiche con apparecchi automatici » Tutto ciò che devi conoscere

Multe semaforiche automatiche: ultimamente c'è molta incertezza su un argomento, molto sentito dagli automobilisti italiani. Nel prosieguo dell'articolo, quindi, cercheremo di fare chiarezza provando a rendere consapevole il cittadino delle regole e delle effettive possibilità di contestare le multe, qualora siano ritenute ingiuste.

Cominciamo dalla normativa vigente.

Le disposizioni legislative sulle multe semaforiche automatiche

Il primo riferimento normativo è quello dell'articolo 41 del codice della strada, che regolamenta il il passaggio dei veicoli ai semafori.

L'articolo appena citato, infatti, al comma 9, chiarisce che, durante il periodo di accensione del verde i veicoli possono procedere verso tutte le direzioni consentite dalla segnaletica verticale ed orizzontale ma non possono impegnare l'area di intersezione se i conducenti non hanno la certezza di poterla sgombrare prima dell'accensione della luce rossa; i conducenti devono dare sempre la precedenza ai pedoni ed ai ciclisti ai quali sia data contemporaneamente via libera; i conducenti in svolta devono, altresì, dare la precedenza ai veicoli provenienti da destra ed ai veicoli della corrente di traffico nella quale vanno ad immettersi.

Al comma 10, invece, è spiegato che durante il periodo di accensione del giallo i veicoli non possono oltrepassare la striscia di arresto a meno che vi si trovino così prossimi, al momento dell'accensione della luce gialla, che non possano più arrestarsi in condizioni di sufficiente sicurezza; in tal caso essi devono sgombrare sollecitamente l'area di intersezione con opportuna prudenza.

Infine, al comma 11, è chiarito che durante il periodo di accensione del rosso i veicoli non devono superare la striscia di arresto; in mancanza di tale striscia i veicoli non devono impegnare l'area di intersezione, nè l'attraversamento pedonale, nè oltrepassare il segnale, in modo da poterne osservare le indicazioni.

Per quanto riguarda l'infrazione e la conseguente multa, invece, a fare luce sulla questione è, invece, l'articolo 146 del Cds, che, al comma 3, recita: Il conducente del veicolo che prosegue la marcia, nonostante che le segnalazioni del semaforo o dell'agente del traffico vietino la marcia stessa, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 154 a euro 613.

Sulla spinosa questione della contestazione immediata da parte degli agenti il discorso è molto simile ad altri casi dove la maggioranza delle rilevazioni è automatica, come gli autovelox.

In questi casi vige sempre il principio generale per cui quando possibile la contestazione dev'essere immediata, con il fermo del conducente e la notifica del verbale istantanea.

Ma è anche vero che il codice della strada prevede, all'articolo 201 e sempre in termini generali, la possibilità di contestare l'infrazione successivamente nei casi in cui non sia possibile farlo subito, con invio successivo del verbale a casa dove dev'essere riportata la motivazione del mancato fermo.

E proprio l'attraversamento del semaforo col rosso è stato inserito tra quei casi per i quali la contestazione immediata non è necessaria.

Altre fattispecie nelle quali non è obbligatorio fermare il conducente di un veicolo sono:

  • l sorpasso vietato;
  • l'assenza del conducente;
  • l'utilizzo di apparecchiature a rilevamento automatico debitamente omologate: sul verbale è sufficiente sia riportata una dicitura che faccia riferimento al codice della strada articolo 201 comma 1 bis (lettera b nel caso di passaggio con semaforo rosso).

Per quanto riguarda il passaggio col rosso, inoltre, allo stesso è disposto che qualora il rilevamento avvenga con apparecchiature debitamente omologate la presenza degli organi di polizia non è neanche necessaria.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multe per infrazioni semaforiche con apparecchi automatici » tutto ciò che devi conoscere.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.