Multe scontate del 30% » Approvazione e confusione

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Multe scontate del 30 % » Approvazione del decreto e confusione sulle tariffe

Multe scontate del 30%. La riduzione, secondo la formulazione letterale del testo approvato alla Camera non spettera' solo a chi paga entro 5 giorni, ma anche a tutti i patentati che non hanno subito tagli di punti negli ultimi 2 anni che potranno pagare comodamente entro 60 giorni. Il divieto di sosta passera' per quasi tutti da 41 a 29 euro.

Approvato il testo del Decreto del Fare, che all’articolo 20 comma 5 bis lettera a), recita: al comma 1 sono aggiunti, in fine, i seguenti periodi: « Tale somma e' ridotta del 30 per cento se il pagamento e' effettuato entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notifica o se il trasgressore non sia in corso, per il periodo di due anni, in violazioni di norme di comportamento del presente codice da cui derivino decurtazioni del punteggio, ai sensi dell’articolo 126-bis. La riduzione di cui al periodo precedente non si applica alle violazioni del presente codice per cui e' prevista la sanzione accessoria della confisca del veicolo, ai sensi del comma 3 dell’articolo 210, e la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida ».

Sembra ci sia un errore, un terribile errore: una O al posto di una E congiunzione nel testo dell’articolo 20 comma 5 bis lettera ed ecco che il tanto sbandierato sconto del 30% non spettera' solo per le sanzioni stradali pagate cash o entro 5 giorni, ma anche tutti quelli che non hanno subito tagli di punti nel biennio.

In sostanza almeno il 95 -96% del patentati, pari a 34 milioni di titolari di licenza di guida, potra' pagare le sanzioni con lo sconto del 30% non solo se paghera' entro 5 giorni, ma anche entro 60 giorni se il corredo punti della patente e' intonso.

Il problema e' che non e' possibile, per la polizia, sapere se nei due anni precedenti la violazione il trasgressore abbia perso punteggio oppure no.

I punti, infatti, sono materialmente decurtati dall’Anagrafe degli abilitati alla guida, l’ufficio del ministero delle Infrastrutture a cio' deputato, solo quando il procedimento e' “definito”, cosa che puo' avvenire, in caso di contestazione successiva, mesi dopo la violazione (anni in caso di contenzioso).

Offri il tuo contributo virtuale alla visibilità di indebitati.it

Stai leggendo Multe scontate del 30% » Approvazione e confusione Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il 29 luglio 2013 Classificato nelle categorie multe - contenuti obsoleti Etichettato con tag , Letture 25Numero di commenti e domande: 0

Se hai un account Google+ o Facebook e navighi con un browser aggiornato, puoi contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

Se vuoi restare informato sui contenuti del sito, iscriviti alla newsletter o al feed di indebitati.it

Per inserire un commento o una domanda devi prima autenticarti cliccando qui

Commenti e domande dei lettori

  • Devi essere registrato e connesso per poter inserire un commento o un quesito. Se non sei un utente registrato, puoi commentare gli articoli o inserire un quesito nel forum, anche con un account Facebook o Google+.

naviga

cerca

home

naviga

cerca

home