Multe cancellate » Arrestati due impiegati comunali per falso ideologico

Cancellavano multe: arrestati due impiegati del Comune di Roma.

Migliaia di multe mai pagate, fatte sparire tra i corridoi degli uffici comunali con la complicità di due dipendenti.

In arresto da ieri Tiziana Diamanti, un'impiegata dell'ufficio contravvenzioni, e Angelo Vitali, il vicedirettore del dipartimento risorse economiche, da cui dipende lo stesso ufficio contravvenzioni: i due, secondo gli inquirenti, sarebbero coinvolti in un giro illecito nato per mettere a tacere una lunghissima lista di multe stilate dai vigili urbani.

L'accusa è quella di concorso in falso ideologico mediante soppressione di atti pubblici.

Tra le multe mancanti all'appello, ci sarebbero anche quelle, numerosissime, intestate ai due fratelli Bernabei, titolari di una famosa enoteca di viale Trastevere.

Gli stessi due imprenditori che un anno fa denunciarono lo scandalo delle tangenti, estorte per un presunto abuso edilizio nella loro attività da parte di 5 vigili urbani del I gruppo e da un geometra del Comune, per cui sono stati rinviati a giudizio quattro agenti.

Secondo gli esposti presentati dalla famiglia Bernabei, i due imprenditori sarebbero stati costretti a versare 30 mila euro nel 2009 con una nuova richiesta di ulteriori 30 mila euro due anni dopo.

Da lì la decisione di denunciare l'accaduto alle autorità.
Nell'inchiesta finì coinvolto anche l'allora comandante dei vigili urbani, Angelo Giuliani, ora totalmente scagionato dalle accuse.

E questo secondo filone di indagine, sfociato ieri nei due arresti, nasce proprio da una costola dell'inchiesta che portò alla luce lo scandalo delle attività commerciali di Trastevere, vessate dalle presunte estorsioni degli agenti di polizia municipale.

La segnalazione alla Procura della Repubblica, infatti, è partita proprio dall'amministrazione comunale in merito all'esistenza di numerose multe intestate ai fratelli Bernabei e mai pagate.

Da qui le indagini con tanto di perquisizioni negli uffici amministrativi di via Ostiense per capire come e perché tanti verbali siano stati fatti sparire.

E ieri, infine, l'intervento dei carabinieri del nucleo investigativo di Roma per trarre in carcere i due indagati.

La misura restrittiva è stata disposta dal gip, su richiesta del procuratore aggiunto Francesco Caporale che ha coordinato le indagini, e dai sostituti Ilaria Calò e Laura Condemi.

7 maggio 2013 · Patrizio Oliva

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multe cancellate » arrestati due impiegati comunali per falso ideologico.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.