Dubbi e perplessità sulla legalità dei dispositivi autovelox scout speed

Vediamo quali sono dubbi e perplessità sulla legalità dei dispositivi autovelox scout speed.

Come ampiamente chiarito lo scout speed è un super autovelox, e ora le forze dell'ordine iniziano a usarlo.

Omologato, multa chi corre troppo, come un normale apparecchio di rilevamento della velocità.

In più, può essere utilizzato da pattuglie della polizia in movimento per beccare le auto circolanti in entrambi i sensi di marcia, e funziona anche in assenza di cartelli di preavviso.

Infatti, secondo un decreto ministeriale del 2007, la pre-segnalazione non è obbligatoria nel caso di rilevazione della velocità con modalità dinamiche, ossia per quegli autovelox installati a bordo dei veicoli in movimento.

Lo conferma la circolare del ministero dell'Interno del 14 agosto 2009, numero 300/A/10307/09/144/5/20/3: ok l'accertamento eseguita con la pattuglia in movimento, a fianco del bersaglio o nel senso di marcia opposto, nel rispetto delle norme sulla privacy”.

Ossia, in caso di scatto fotografico frontale, andrà garantita la riservatezza di chi è a bordo.

Tuttavia, come evidenzia la Polizia locale di Ciampino (Roma), l'articolo 142 del codice della strada, al comma 6 bis, stabilisce che i cartelli sono necessari, poiché le postazioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocità devono essere preventivamente segnalate e ben visibili, ricorrendo all'impiego di cartelli o di dispositivi di segnalazione luminosi.

Invece, se lo Scout Speed individua chi è senza Rca o revisione, è necessario che l'auto venga fermata da un'altra pattuglia, posta centinaia di metri più in là rispetto alla prima postazione.

Nessuno strumento è stato ancora omologato per funzionare in automatico quando scova macchine prive di assicurazione o revisione.

30 agosto 2016 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca