Non basta che un giornale scriva che quello specifico autovelox è fuori norma

Non basta che un giornale scriva che quell'autovelox è fuori norma. Bisogna attendere che la Procura concluda gli accertamenti e che ci sia una condanna.

Quindi, per sgombrare subito il campo da facili illusioni diciamo che la classica opposizione alla sanzione amministrativa, è preclusa a chi già pagato.

Ma anche se i termini (30 giorni) non fossero scaduti sarebbe impossibile acquisire, in così poco tempo, elementi certi sulle caratteristiche fuori norma delle apparecchiature.

In altre simili circostanze, molte sono state le discussioni teoriche su quale fosse la più efficace delle strade, quale il percorso procedurale più giusto per riottenere i soldi di chi ha già pagato le multe e nutre forti dubbi di legittimità.

Ovviamente c'è la possibilità di costituzione di parte civile nei procedimenti penali aperti contro la società che ha fornito l'autovelox. Ma, è anche vero che si tratta di strada procedurale lunga e impervia ed anche poco fruttuosa.

Insomma, nulla di concreto e fattibile.

Tuttavia un tentativo di ricorso al Giudice di Pace si può sempre fare, se il problema è davvero noto. Al massimo ci si rimettono le spese del contributo unificato.

Ad esempio, ci hanno provato con successo qui.

29 ottobre 2012 · Chiara Nicolai

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su non basta che un giornale scriva che quello specifico autovelox è fuori norma.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.