Multe da ausiliario: il ricorso

Per difendersi non resta che la strada del ricorso, resa peraltro più impervia e costosa.

impervia in quanto bisognerebbe prima capire se un verbale sia stato fatto da un ausiliario o da un vigile, una verifica indispensabile per l'utente che può fare rivolgendosi al Giudice di Pace o all'ufficio procedimenti sanzionatori del Comune.

Costosa perché solo per presentare ricorso al Giudice di Pace servono 33 euro per questo genere di multe.

Ossia più o meno l'equivalente del loro importo dopo che dalla scorsa estate è entrato in vigore lo sconto del 30% per chi paga entro cinque la sanzione ricevuta.

Oppure si potrebbe fare ricorso al Prefetto.

Non costa niente presentarlo, ma è decisamente più improbabile che venga accolto, e nel caso venga respinto la sanzione viene raddoppiata.

Insomma pare convenga pagarle, questione di principio a parte, in attesa che il Tribunale civile si pronunci sulla regolarità e la trasparenza dell'attività sanzionatoria.

Dopo di che potrebbe aprirsi una nuova vicenda e potrebbe alimentare la fase della plausibile rivalsa sulle multe impropriamente pagate dal 2009 a oggi.

Così potrebbe diventare ancor più difficile il rapporto di fiducia tra l'Amministrazione comunale e il cittadino: se non era giusto pagarle non sarebbe quindi giusto rimborsarle?

12 febbraio 2014 · Tullio Solinas

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multe da ausiliario: il ricorso.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.