Multe per attraversamento con semaforo rosso - Perchè la durata minima del giallo è di tre secondi

Il Codice della strada stabilisce che durante il periodo di accensione della luce gialla i veicoli non possono oltrepassare i punti stabiliti per l'arresto, a meno che vi si trovino a questi prossimi, nel momento in cui si accende la luce gialla. Risulta irrilevante la durata della luce semaforica gialla, in un ricorso ad una sanzione amministrativa per attraversamento con luce semaforica rossa, se il ricorrente non adduce elementi dai quali desumere (anche presuntivamente) che non poteva tempestivamente arrestarsi in condizioni di sicurezza.

La durata più o meno lunga della luce semaforica gialla (non essendo prevista una durata minima) non può assumere rilevanza alcuna. In relazione ai tempi di permanenza della luce semaforica gialla, la giurisprudenza di legittimità ha già affermato che l'automobilista deve adeguare la velocità allo stato dei luoghi e che una durata di quattro secondi della luce semaforica gialla non costituisce un dato inderogabile e che una durata superiore ai 3 secondi deve senz'altro ritenersi congrua.

Infatti, il Ministero dei trasporti (risoluzione numero 67906 del 16 luglio 2007) ha accertato che il Codice della strada non indica una durata minima del periodo di accensione del giallo e ha stabilito che il tempo minimo di durata di detta luce non può mai essere inferiore a tre secondi. Questo perché tre secondi costituiscono, in base allo studio del Centro Nazionale delle Ricerche, il tempo di arresto di un veicolo che proceda ad una velocità non superiore ai 50 Km/h.

In pratica, un veicolo che proceda a 50 km/h (essendo questo il limite massimo consentito nei pressi degli impianti semaforici) e non si trova in prossimità del punto di arresto quando inizia il giallo, ha tutto il tempo per fermarsi al punto di arresto. Mentre un veicolo che si trova in prossimità del punto di arresto, quando il semaforo inizia a segnalare il giallo, ha tutto il tempo di superarlo con il permanere della luce gialla e prima che scatti il rosso.

Così si è espressa la Corte di cassazione nella sentenza numero 27348/14.

16 gennaio 2015 · Giuseppe Pennuto

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

,

contenzioso ricorso opposizione al verbale di multa, multe e sinistri - giurisprudenza di legittimità e di merito - circolari del ministero dei trasporti, sentenze e ordinanze della Corte di cassazione in tema di violazioni al Cds sanzioni amministrative e sinistri stradali

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multe per attraversamento con semaforo rosso - perchè la durata minima del giallo è di tre secondi. Clicca qui.

Stai leggendo Multe per attraversamento con semaforo rosso - Perchè la durata minima del giallo è di tre secondi Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 16 gennaio 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria contenzioso ricorso opposizione al verbale di multa Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca