Verbale di multa - Nota importante sulla parte contro cui ricorrere

Una recente sentenza della Corte di Cassazione (n.1010/07 del 10/10/06) ha stabilito che l'individuazione del resistente - la parte CONTRO cui si fa ricorso - dev'essere fatta da chi presenta ricorso e non dalla cancelleria del giudice (come è sempre stato, in forza a quanto dice la legge).

Va individuato e specificato, in pratica, l'organo centrale - istituzionale- da cui dipende quello periferico che ha elevato la multa. Per esempio, se la multa è stata emessa dalla Polizia stradale il ricorso va impostato contro il Ministero dell'Interno, se l'hanno emessa i Carabinieri si dovrà ricorrere contro il Ministero della Difesa mentre se è stata elevata dalla Polizia municipale l'organo da specificare è il Comune di appartenenza del Comando specifico.

La sentenza è particolarmente sconcertante perché ha stabilito che se non viene impostato bene il ricorso con la corretta indicazione della controparte lo stesso può ritenersi inammissibile, ovvero NULLO a prescindere dal merito.

Se non si paga (entro i 60gg oppure dopo il rigetto del ricorso) si riceverà , entro 5 anni dall'ultimo atto notificato, una cartella esattoriale, a cui potrebbe seguire -continuando a non pagare- un fermo amministrativo dell'auto, un pignoramento od addirittura l'iscrizione di un'ipoteca sulla casa (dipende dall'entità del debito, considerando anche altre multe, tributi non pagati, etc.) .

Contro la cartella è possibile ricorrere al Giudice di Pace entro 30 gg, chiedendo sospensione ed annullamento della stessa: sono però contestabili solo ed esclusivamente questioni di forma o di procedura legate alla cartella ed alle notifiche (anche degli atti precedenti). Non sono più opponibili le questioni di merito inerenti la multa, come per esempio la confutazione dei fatti, errata applicazione del codice, mancato fermo (quando contestabile), etc.etc.

Una volta scaduto il termine per il ricorso avverso la cartella, sarà possibile ricorrere al giudice ordinario ex articolo 615 del Codice di procedura civile solo per i vizi di forma e procedura legati al pignoramento (ad esempio, nel caso in cui avvenga l'esecuzione forzata nonostante la cartella sia già stata pagata); non sarà comunque possibile ricorrere per vizi legati alla cartella esattoriale e alle notifiche.

Nel caso invece in cui si sia attivata la procedura di fermo amministrativo o sia stata iscritta un'ipoteca, potrà essere fatto ricorso -sempre per vizi procedurali o di notifica- alla commissione provinciale tributaria di competenza.

Per fare una domanda sul ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace, su multe e ricorsi in genere e su cartelle esattoriali originate da multe clicca qui.

2 agosto 2013 · Giuseppe Pennuto

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su verbale di multa - nota importante sulla parte contro cui ricorrere.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • maria elena pasini 3 novembre 2010 at 14:25

    attualmente il comune dove lavoro come ambulante itinerante continua a sanzionarmi perchè sosto in un area privata ma con accesso pubblico io non lo trovo giusto ho chiesto più volte di istituire posteggi isolati ma mi rispondono che non possono farlo per non disturbare i bar del comune come posso non pagare più questi verbali

    • cocco bill 3 novembre 2010 at 15:33

      Ciao Maria Elena. La sua domanda andrebbe riproposta nella sezione "multe" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è ovviamente necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrà inserire il suo quesito e leggere la risposta dei consulenti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    1 4 5 6