La multa è valida - se la condotta contestata all'automobilista è comunque chiara

La multa è valida, purtroppo, sebbene la legge sulla trasparenza amministrativa imponga ai pubblici ufficiali di redigere atti chiari e precisi, tuttavia, un verbale lacunoso non è sempre nullo.

Infatti, secondo la sentenza della cassazione 1625/1985, quando la condotta contestata all'automobilista è comunque chiara e il cittadino è in grado di comprendere l'infrazione commessa, il verbale è ugualmente valido anche se non indica il comma della norma violata o anche la norma stessa o ancora se manca l'indicazione dell'articolo che prevede la relativa sanzione.

Peraltro, la pubblica autorità può sempre - nel rispetto dei termini di decadenza - annullare il verbale e procedere a notifica di un nuovo atto corretto nelle parti mancanti o errate.

E ciò anche se, nel frattempo, il cittadino ha fatto ricorso contro il verbale lacunoso.

Dunque, contestare la mancata indicazione nel verbale della norma violata può essere del tutto inutile se tale carenza non pregiudica la comprensione della contestazione e, quindi, il diritto alla difesa del cittadino.

22 ottobre 2012 · Andrea Ricciardi

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la multa è valida - se la condotta contestata all'automobilista è comunque chiara .

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.