La multa è valida - se la condotta contestata all'automobilista è comunque chiara

La multa è valida, purtroppo, sebbene la legge sulla trasparenza amministrativa imponga ai pubblici ufficiali di redigere atti chiari e precisi, tuttavia, un verbale lacunoso non è sempre nullo.

Infatti, secondo la sentenza della cassazione 1625/1985, quando la condotta contestata all'automobilista è comunque chiara e il cittadino è in grado di comprendere l'infrazione commessa, il verbale è ugualmente valido anche se non indica il comma della norma violata o anche la norma stessa o ancora se manca l'indicazione dell'articolo che prevede la relativa sanzione.

Peraltro, la pubblica autorità può sempre - nel rispetto dei termini di decadenza - annullare il verbale e procedere a notifica di un nuovo atto corretto nelle parti mancanti o errate.

E ciò anche se, nel frattempo, il cittadino ha fatto ricorso contro il verbale lacunoso.

Dunque, contestare la mancata indicazione nel verbale della norma violata può essere del tutto inutile se tale carenza non pregiudica la comprensione della contestazione e, quindi, il diritto alla difesa del cittadino.

22 ottobre 2012 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca