Multa per violazione del codice della strada – il ricorso al giudice di pace [Commento 7]

  • Corso 8 settembre 2008 at 16:22

    Salve. Volevo sottoporle un episodio capitatomi quest'estate in vacanza a Sestri Levante (GE) per chiederle consiglio se ci sono margini di contestazione della multa comminatami dalla polizia stradale del posto.

    Era una notte e circolavo per le vie cittadine in una zona che attraversavo per la prima volta, ad un certo punto mi sono ritrovato ad un incrocio a x e ho svoltato a destra in una via a 3 corsie e, essendomi accorto che portava ad una rotonda dove le indicazioni erano diverse da quelle della mia destinazione, prima di giungervi ho deviato in una stazione di rifornimento carburante sulla mia destra per invertire il senso di marcia, ma poco dopo aver svoltato ed essermi immesso sull'ultima corsia sono stato fermato dalla polizia stradale che accorreva in senso contrario al mio e mi ha multato per marcia in controsenso, rilasciandomi un verbale da pagare di 143 € da pagare entro 60 gg e decurtandomi 8 punti (doppi poichè patentato da 2 anni e 4 mesi).

    I motivi che mi spingono a valutare se contestare la sanzione sarebbero i seguenti:

    -All'imbocco della strada a 3 corsie percorsa inizialmente non è posto il cartello di senso unico.
    -Quando sono uscito dalla stazione di rifornimento per tornare indietro il cartello di obbligo di andare avanti era posto all'altro bordo della strada e parzialmente coperto dalle foglie di un albero (oltre che essere notte e quindi non facilmente risaltante all'occhio).
    -Oltretutto la corsia piu a sinistra (quella da me imboccata in contromano) era separata da doppia striscia continua, e se da una parte confermerebbe la mia infrazione l'averla attraversata, d'altra parte, in mancanza di cartelli d'obbligo ben visibili, mi portava a considerare che si trattasse di una corsia a senso opposto, dato che nella mia breve esperienza di guida non ho mai visto una doppia striscia continua separare 2 corsie nel medesimo senso di marcia (il manuale di scuola guida appena controllato sembrerebbe confermare la mia valutazione).
    -Era una strada con recenti lavori in corso e i poliziotti mi hanno accennato che stavano cambiando la segnaletica, anche se non sono scesi nei particolari, ma mi han detto che non è mai stata a doppio senso. (possibile?)
    -Aggiungo infine, anche se so bene che non rappresenta una scusante, che percorrevo la strada la prima volta ed era circa mezzanotte, per cui puo non essere una banale distrazione la mia ma credo sarebbe potuta capitare ad altri autisti nelle mie condizioni in quelle condizioni poco chiare.

    I poliziotti in effetti hanno titubato 1 mezzoretta prima di farmi il verbale,hanno contattato altri colleghi per informarsi meglio sulla situazione di quella strada, ma alla fine non mi hanno graziato per il fatto di aver attraversato la doppia striscia continua.

    Basta questo o le mie ragioni potrebbero pesare per un ricorso?

    Grazie per aver visionato la mia richiesta e mi scuso per essermi dilungato troppo, ci tenevo ad essere il piu chiaro possibile.

1 5 6 7 8 9 24

Torna all'articolo