Multa per guida in stato di ebbrezza causato da una pomata

Il fatto è realmente accaduto. Secondo la Cassazione (Cass. sent. numero 48239/12 del 13.12.2012), infatti, per far scattare il reato per il conducente ubriaco non si rileva la quantità di alcool da questi assunta, ma la quantità assorbita dal sangue.

A parere della Suprema Corte, chi prende medicine che contengono alcool deve evitare di bere alcolici o di mettersi al volante.

E' necessario quindi comprare uno dei test reperibili in commercio per verificare se si trova in condizioni idonee per poter guidare.

Dunque, l'importante è essere positivi all'alcooltest.

Cioè aver superato la soglia massima consentita dalla legge: non importa per quali ragioni, anche se si tratti di farmaci che contengono alcool.

Non sono ammesse prove contrarie.

Quindi, si considera la guida in stato di ebbrezza, legittimando la multa.

All'imputato non può essere ammesso di dimostrare di essere stato nelle condizioni fisiche e mentali di guidare.

Da oggi, occhio alle pomate.

21 gennaio 2013 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca