Multa annullata per vizi formali? » le spese processuali non vanno compensate tra le parti

Anche se la multa viene annullata per vizi formali, le spese di lite non vanno compensate tra le parti.

E' illegittimo il comportamento del giudice che compensa le spese di lite solo perché la multa risulta annullata per vizi formali.

Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con l'ordinanza 22556/14.

Come sappiamo quando si effettua il ricorso per una multa, presso il giudice di pace, si è costretti ad anticipare delle spese che, il più delle volte, sfiorano l'importo della stessa sanzione.

In tale fattispecie, però, sussiste la possibilità, in caso di vittoria, di recuperare le somme anticipate, con la condanna delle spese processuali della parte soccombente, ovvero l'amministrazione.

Di norma, però, quando il contribuente vince il giudizio di opposizione esclusivamente per vizi formali, come ad esempio quando il verbale di multa presenta un'erronea indicazione delle generalità del conducente, il giudice tende a compensare le spese tra le parti.

Questo significa che ognuno si fa carico dei propri costi.

Ciò, di fatto, è un danno esclusivamente per il contribuente, perché, in realtà, è solo lui che sostiene le spese processuali.

L'automobilista che propone il ricorso, infatti, deve pagare il famigerato contributo unificato: in più, l'amministrazione non paga avvocati, potendosi costituire a mezzo dei propri dipendenti. Al contrario il cittadino è costretto a valersi sempre di un legale di fiducia, pagandolo.

Con questa ridicola prassi, dunque, anche quando il contribuente vince il ricorso alla multa, di fatto è come se avesse perso la causa.

Ma, per fortuna, con la pronuncia esaminata, gli Ermellini hanno affermato che, anche in caso di annullamento della multa per vizi formali, le spese processuali debbano essere poste a carico dell'amministrazione. Ciò perché gli errori procedurali dell'ente non sono meno gravi di quelli sostanziali.

A parere dei giudici del Palazzaccio, dunque, è illegittima la sentenza secondo cui l'automobilista che si vede annullare il verbale, per vizi formali, dovrebbe poi pagarsi da solo l'avvocato e non vedersi rimborsare il contributo unificato.

24 ottobre 2014 · Giuseppe Pennuto

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multa annullata per vizi formali? » le spese processuali non vanno compensate tra le parti. Clicca qui.

Stai leggendo Multa annullata per vizi formali? » le spese processuali non vanno compensate tra le parti Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 24 ottobre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 14 gennaio 2017 Classificato nella categoria multe e sinistri - giurisprudenza di legittimità e di merito - circolari del ministero dei trasporti Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

cerca