Morosità del gas - la procedura di default e l'impatto sul cliente

Il servizio di fornitura del gas - Distributore venditore e cliente finale

Il servizio di fornitura del gas si realizza attraverso la partecipazione di tre soggetti: il distributore, il venditore ed il cliente finale. Il distributore è il titolare di una concessione territoriale per lo svolgimento di un servizio pubblico ed ha come propri interlocutori le società di vendita del gas [ ... leggi tutto » ]

Cosa accade quando il cliente della fornitura di gas diventa moroso - La procedura di default

Ma, vediamo cosa succede quando un cliente finale diventa moroso. In sintesi, il meccanismo prevede che, qualora il cliente finale non adempia al pagamento delle bollette del gas scadute, il venditore possa chiedere al distributore di sospendere la fornitura, attivando la procedura definita "di default", in base alle clausole [ ... leggi tutto » ]

Per poter sospendere la fornitura del gas in caso di morosità è necessaria la notifica al cliente di una diffida ad adempiere

In questo ginepraio, tuttavia, continuano a valere le regole generali del codice civile. In particolare, il presupposto generale per poter sospendere il servizio è la diffida inviata dal venditore al cliente finale in difetto con i pagamenti, con raccomandata A/R; nonché, per risolvere il contratto venditore/cliente, l’inadempimento di notevole [ ... leggi tutto » ]

La giurisprudenza di merito è orientata a ritenere legittima la sospensione della fornitura di gas solo a fronte di inadempimenti rilevanti

E' anche naturale che, in un contesto così frammentato e complesso, cominci ad emergere anche un rilevante contenzioso giudiziale fra società di distribuzione e clienti finali. Accade, pertanto, che il Tribunale di Cremona, con l'ordinanza 1317/14, abbia rigettato il ricorso di una società distributrice di gas che si rivolgeva [ ... leggi tutto » ]