Morosità bollette elettriche - come affrontare la sospensione della fornitura

Svolta a favore dei consumatori nel settore dell'energia: i privati che non pagano le bollette energetiche non possono subire il distacco della fornitura in maniera indiscriminata e, soprattutto, senza un adeguato preavviso. Infatti, dallo scorso 1 settembre del 2013 in Italia sono entrate in vigore nuove regole, per la morosità legata alle bollette, che sono state fissate dall'AEEG, Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas, con la delibera 67/2013.

Il distacco della fornitura di energia è subordinato all'invio al cliente da parte della società fornitrice di una raccomandata con cui si comunica la messa in mora. E solo dopo, entro il termine indicato nella lettera ricevuta dal cliente moroso, la società energetica potrà procedere al distacco qualora nel frattempo la posizione non fosse stata sanata.

Ma passiamo ad esaminare la delibera nel dettaglio.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su morosità bollette elettriche - come affrontare la sospensione della fornitura. Clicca qui.

Stai leggendo Morosità bollette elettriche - come affrontare la sospensione della fornitura Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 9 settembre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria cattivi pagatori di bollette elettricità gas acqua telefono adsl Inserito nella sezione cattivi pagatori e centrali rischi del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca