Mio padre sottoscrisse un prestito e mia madre ne fu garante

Quando i miei genitori erano sposati (e felici) sottoscrissero un debito presso una banca per avviare l'attività di mio padre. Mio padre sottoscrisse il debito e mia madre ne fu il garante.

Premetto che avevano comunione di beni. Tutto andò bene fino a quando il giro d'affari cadde improvvisamente a picco e mio padre perse tutto e si ritrovò con un debito che non ha mai voluto ripagare.

Logicamente i miei si sono poi divorziati. A causa di mio padre, mia madre non ha più potuto richiedere un prestito, comprare una casa e ha sempre avuto paura di avere un contratto di lavoro per paura che le pignorassero la busta paga. Ha sempro lavorato a nero. Insomma, mio padre le ha rovinato la vita.

Questo però è successo quasi 10 anni fa. Non so come funzionino le leggi in Italia, ma mi può dire se mia madre è condannata a portare questa croce per il resto della sua vita o c'è qualche via d'uscita?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mio padre sottoscrisse un prestito e mia madre ne fu garante.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.