Modello 730 - tutte le novità

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui o consultando questa sezione.

Anche quest’anno oltre 13 milioni di contribuenti, tra dipendenti e pensionati, presenteranno la denuncia dei redditi con il Modello 730: è semplice da compilare, ci sono pochi calcoli da fare, ma soprattutto il rimborso Irpef (o l'addebito delle imposte dovute) avviene, direttamente nella busta paga o sul rateo della pensione, nel giro di pochi mesi.

Vediamo allora le principali novità che ci riserva il 730/2009, ricordando che per la presentazione al datore di lavoro o ente pensionistico c'è tempo fino al 30 aprile, mentre per la consegna a Caf e professionisti la scadenza è il 1° giugno 2009.

La detrazione del 19% prevista per gli interessi pagati sui mutui si può calcolare su un massimo di 4.000 euro

La detrazione del 19% prevista per gli interessi pagati sui mutui si può calcolare su un massimo di 4.000 euro (anziché 3.615 euro dell'anno scorso). Quindi chi nel 2008 ha pagato 4.000 euro (o più) di interessi sul mutuo prima casa avrà uno sconto Irpef di 760 euro (contro i 687 euro degli anni passati).

Continua anche il bonus del 55% sui lavori che comportano un risparmio energetico

Continua anche il bonus del 55% sui lavori che comportano un risparmio energetico. Per le spese pagate nel 2008 lo sconto si può ripartire fino a 10 anni (contro i 3 precedenti), avvantaggiando in questo modo i contribuenti a basso reddito con una scarsa capienza dell'Irpef sulla quale applicare la detrazione.

Elettrodomestici

Prorogata anche l'agevolazione fiscale del 20% per la sostituzione di frigoriferi e congelatori con analoghi apparecchi di classe energetica innovativa.

Dal 2008 l'acquisto di farmaci è detraibile al 19% solo se documentato da fattura o scontrino fiscale “parlante”

Dal 2008 l'acquisto di farmaci è detraibile al 19% solo se documentato da fattura o scontrino fiscale “parlante” in cui devono essere specificati la natura (farmaco o medicinale), qualità (nome del farmaco), quantità acquistata e codice fiscale del contribuente. L'Agenzia delle Entrate, inoltre, fa sapere che lo sconto non spetta per l'acquisto di parafarmaci.

Spetta una detrazione Irpef del 19% per le spese pagate dai docenti per auto aggiornamento e formazione

Spetta una detrazione Irpef del 19% per le spese pagate dai docenti delle scuole di ogni ordine e grado (sia di ruolo che precari) per l'auto-aggiornamento e per la formazione. Lo sconto si può calcolare su un importo massimo di 500 euro.

Da quest’anno è possibile sfruttare la detrazione del 19% anche sui contributi versati per il riscatto del corso di laurea dei familiari fiscalmente a carico

Da quest’anno è possibile sfruttare la detrazione del 19% anche sui contributi versati per il riscatto del corso di laurea dei familiari fiscalmente a carico. Se, invece, i contributi riguardano il contribuente che presenta il 730, l'importo pagato resta deducibile dal reddito complessivo di quest’ultimo (e il risparmio è maggiore).

Abbonamenti ai mezzi pubblici

Prima puntata anche per lo sconto Irpef sugli abbonamenti al trasporto pubblico locale, regionale e interregionale. La detrazione del 19% spetta su un importo massimo di 250 euro e quindi il risparmio massimo sarà di 48 euro (comprese le eventuali spese dei familiari fiscalmente a carico). Le spese da considerare sono quelle pagate nel 2008, anche se riguardano abbonamenti che scadono nel 2009.

Altre novità

Del tutto nuova la possibilità per i lavoratori dipendenti del settore privato di scegliere una differente modalità di tassazione sui compensi per lavoro straordinario o per incrementi di produttività. L'agevolazione vale entro i limiti di 3 mila euro, con riferimento al periodo 1° luglio-31 dicembre 2008. Tra le altre novità va segnalato il “ritorno” del Comune di residenza tra i possibili beneficiari del 5 per mille e la possibilità di richiedere il “bonus famiglia” direttamente in dichiarazione (anziché al sostituto d'imposta).

Per fare una domanda sul 730, sulla  dichiarazione dei redditi in genere, sulle modalità di compilazione dei modelli, sulle detrazioni e deduzioni ammesse, nonchè su tutti gli argomenti correlati clicca qui.

22 gennaio 2009 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

fisco tasse e tributi - contenuti obsoleti, z contenuti obsoleti (no flag)

Approfondimenti e integrazioni

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 6 7 8

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca