Mini guide e pillole informative su multe ricorsi e sinistri stradali

Notifica del verbale di multa e cambio di residenza - Da quando decorrono i 90 giorni

23 agosto 2016 - Giuseppe Pennuto

Le comunicazioni al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) del cambio di residenza ritualmente dichiarato dal proprietario all'anagrafe comunale (nel rispetto della procedura da seguire e con l'indicazione anche dei dati relativi alla patente ed ai veicoli di proprietà) debbano essere eseguite di ufficio a cura degli uffici anagrafici.  Pertanto, ove la Pubblica Amministrazione non abbia [ ... leggi tutto » ]

Termine di 30 giorni per opporsi ad una cartella esattoriale per omessa notifica del verbale di multa

29 giugno 2016 - Giuseppe Pennuto

L'articolo 7 del DL 150/2011, articolo 7, (intitolato dell'opposizione al verbale di accertamento di violazione del codice della strada, prevede, al comma 3, che il ricorso è proposto, a pena di inammissibilità, entro trenta giorni dalla data di contestazione della violazione o di notifica del verbale di accertamento (sessanta se il ricorrente risiede all'estero).  Ai sensi [ ... leggi tutto » ]

Ritardato pagamento delle multe - Dovuto un interesse del 10% per ogni semestre fino all'affidamento al concessionario per la riscossione forzata

28 giugno 2016 - Giuseppe Pennuto

In tema di sanzioni amministrative per violazione al Codice della strada, decorso inutilmente il termine fissato per il pagamento, l'autorità che ha emesso l'ordinanza ingiunzione procede alla riscossione delle somme dovute in base alle norme previste per la esazione delle imposte dirette, trasmettendo il ruolo all'esattore per la riscossione in unica soluzione.  La somma dovuta è maggiorata [ ... leggi tutto » ]

E' di 30 giorni dalla data di notifica della cartella esattoriale il termine per eccepire l'omessa notifica del verbale di accertamento di infrazione al Codice della strada

19 giugno 2016 - Giuseppe Pennuto

In relazione alla cartella esattoriale o all'avviso di mora emessi per riscuotere sanzioni amministrative pecuniarie sono possibili le seguenti azioni: l'opposizione all'esecuzione ex articolo 615 del codice di procedura civile, allorquando si contesti la legittimità della iscrizione al ruolo per la mancanza di un titolo legittimante l'iscrizione stessa (nel caso di avvenuto pagamento [ ... leggi tutto » ]

Notifica degli atti al vecchio indirizzo di residenza - Nulla anche se perfezionata nella mani di un parente stretto

15 aprile 2016 - Marzia Ciunfrini

La notifica di un atto non effettuata nel luogo di abitazione del destinatario nel suo Comune di residenza (come risultante dal certificato anagrafico), ma nel diverso luogo di abitazione di un parente stretto, che lo ha ricevuto in tale qualità, è viziata da nullità.  Anche se il luogo di notifica corrisponde al vecchio indirizzo di residenza del destinatario.  Infatti, non basta che la [ ... leggi tutto » ]

Atti trasmessi via posta - Compiuta giacenza e perfezionamento della notifica per il destinatario

31 marzo 2016 - Giuseppe Pennuto

Com'è noto, nella notifica diretta effettuata tramite servizio postale, qualora il destinatario risulti temporaneamente assente, il postino lascia un avviso di giacenza dell'atto presso l'ufficio postale (a tale proposito, leggasi questo topic).  In tale circostanza, è da confutare, a nostro parere, l'affermazione secondo la quale alcune Pubbliche Amministrazioni ritengono che qualora la [ ... leggi tutto » ]

Nulla la notifica del verbale di multa effettuata presso l'abitazione della madre del destinatario

21 aprile 2015 - Giuseppe Pennuto

E' nulla la notifica di un verbale di multa, per infrazione al Codice della strada, consegnato alla madre del destinatario, non nella abitazione di quest'ultimo ma nella abitazione della madre.  Secondo i giudici della Corte di cassazione (sentenza numero 7830/15) non basta che la persona cui sia stato consegnato l'atto sia in rapporti di parentela con il destinatario.  Deve, invece, trattarsi [ ... leggi tutto » ]

Notifica diretta a mezzo posta nelle mani del portiere - legittima anche senza aver verificato l'assenza del destinatario

2 agosto 2014 - Marzia Ciunfrini

Con la notifica diretta mediante spedizione dell'atto a mezzo del servizio postale, il notificante è abilitato a fare a meno dell'intermediazione dell'ufficiale giudiziario (ferma restando, ovviamente, quella dell'ufficiale postale).  Quindi, il notificante è tenuto a seguire le sole modalità di notifica semplificata (ovvero le norme concernenti il servizio postale ordinario) alle quali non si [ ... leggi tutto » ]

Validità delle notifiche al vecchio indirizzo in caso di cambio di residenza

27 agosto 2013 - Giuseppe Pennuto

Nel caso di cambio di residenza, per verificare la validità della notifica degli atti effettuata al vecchio indirizzo, occorre fare riferimento alle seguenti regole.  Tali [ ... leggi tutto » ]

La notifica per compiuta giacenza “frega” spesso il debitore

18 agosto 2013 - Giorgio Valli

Andrà sempre verificato se la notifica di un atto (verbale di multa, cartella esattoriale) sia stata correttamente eseguita anche nel caso di temporanea irreperibilità e compiuta giacenza.  Nei casi in cui non sia possibile eseguire la consegna per irreperibilità o incapacità o rifiuto de destinatario o dei terzi, l'ufficiale giudiziario o l'addetto delle poste deposita l'atto, [ ... leggi tutto » ]