Michela Vittoria Brambilla ministro del turismo - Silvio ha finalmente riparato un torto!

il nostro ministro del turismo

Michela Vittoria Brambilla, attualmente sottosegretario, diventa finalmente ministro del Turismo senza portafoglio.

Lo ha deciso il Consiglio dei ministri che ha promosso la ex presidente dei Circoli della Libertà. Il decreto di nomina è stato firmato dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e in serata il neoministro andrà al Quirinale per il giuramento di rito.

Brambilla, da imprenditrice a ministro. Michela Vittoria Brambilla, nata a Lecco il 26 ottobre 1967, cresciuta in una famiglia attiva nell'industria dell'acciaio, entra in politica nel novembre 2006, quando fonda i Circoli della libertà, organizzazione vicina a Forza Italia (oggi al Pdl) di cui è tuttora presidente.

Nelle elezioni politiche del 2006 si è candidata alla Camera con Forza Italia, ma non ha ottenuto i voti necessari.

Nelle politiche dello scorso anno ha corso per il Pdl nella circoscrizione Emilia Romagna ed è stata eletta alla Camera. Con la formazione del governo le è stato affidato l'incarico di sottosegretario al Turismo.

In questa veste ha promosso, tra l'altro, l'avvio di un unico standard nazionale di classificazione alberghiera, i buoni vacanze per le famiglie a basso reddito e l'Osservatorio nazionale del turismo. Con il passaggio a ministro prende corpo un'ipotesi già più volte ventilata e rilanciata nel corso degli ultimi mesi.

Prima di intraprendere l'attività politica, Brambilla, laureata in Lettere e Filosofia alla Cattolica di Milano, ha lavorato come imprenditrice dapprima nell'azienda di famiglia, la Trafilerie Brambilla, poi con due imprese da lei fondate: Gruppo Sal e Sotra Coast International, attive nel settore alimentare. Dal novembre 2003 al marzo 2008 è stata presidente dei giovani imprenditori di Confcommercio. Alle spalle Brambilla ha anche un'attività di giornalista per trasmissioni del gruppo Fininvest, che risale agli inizi degli anni Novanta, ed è stata modella per una marca di collant. Ha un figlio.

Questo è per noi di Recuperare...credito un giorno felice: abbiamo adesso la prova che la competenza, la perseveranza, la dedizione, l'umiltà alla fine pagano!

E alla nostra Michela vogliamo dedicare una galleria dei post che hanno costellato il suo radioso cammino da presidente dei Circoli della Libertà al prestigioso incarico che oggi ricopre.

Dedicati a MICHELA ...

Michela … cosa ci combini? La rossa di Calolziocorte è diventata nera, nera nera!

… e la nostra Michela colpisce ancora: dopo gli indimenticabili reggicalze ci regala adesso il bonus vacanza

Arriva il bonus vacanze - Grazie Michela …

Quest’anno tutti in vacanza grazie al bonus della nostra Michela!!!

Paolo Guzzanti (il papà di Sabina): “Abbasso la mignottocrazia, viva la Repubblica”

Sorpresa: Michela è una di noi …

Mara: “Qualcuna voleva il mio posto” (ma chi, forse Michela?)

Il ministro è fidanzato con me, dice Chantal - E Silvio riprende a sperare …

Per Silvio è oggi un triste giorno - Michela si è fidanzata con Franco

Lo zucchino d'oro - chiedere scusa a Mara? Vedremo, ma prima vogliamo sapere di Michela …

Michela, adesso sappiamo perchè …

Michela, ce l'abbiamo fatta ….

Una petizione per Michela Vittoria Brambilla ministro

Io non gliela do …….

8 maggio 2009 · Patrizio Oliva

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su michela vittoria brambilla ministro del turismo - silvio ha finalmente riparato un torto!.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • IL RASSEGNATO – Piccoli ministri crescono « EaST Journal 6 gennaio 2011 at 17:20

    [...] UCRAINA - Femen - Nude per distrarre la grande madre Russia e le sue spie. In Ucraina puntano su un calendario per protestare contro i metodi utilizzati dall'FSB per spiare l'ex stato sovietico. Con tanto di scatti ironici, come un generoso décolleté che schiaccia il Cremlino, o una bandierina ucraina svolazzante in mezzo a un delicato sedere. Protagoniste dei dodici mesi le ragazze di Femen, un gruppo che si occupa di diritti delle donne. Che dire? Piccoli ministri crescono 2. [...]

1 2