Consumismo responsabile - Mettere nel menu l'ambiente e la salute

Meglio cibo in conserva o surgelato?

Le abitudini alimentari si sono assai evolute: i piatti già pronti (refrigerati, liofilizzati o surgelati) e gli alimenti da sgranocchiare si vendono sempre di più. Ma attenzione all'eccesso di imballaggi, al consumo di energia (surgelati) come pure agli ingredienti nascosti (sale,zucchero, grassi, additivi) che non sono sempre salutari. Se [ ... leggi tutto » ]

Quando la produzione di olio contribuisce alla sparizione delle foreste tropicali

Numerosi alimenti contengono olio di palma, prodotto da monocolture assai esigenti per ciò che riguarda concimi e insetticidi. Spesso situate nel Sud-est asiatico, queste coltivazioni contribuiscono alla sparizione delle foreste tropicali. Inoltre questo olio è ricco in acidi grassi saturi, sfavorevoli alla salute cardiovascolare. Alcuni fabbricanti utilizzano l'olio di [ ... leggi tutto » ]

A tavola - Porzione più grande o più piccola?

Più la porzione è piccola, più il volume dell'imballaggio aumenta in rapporto all'alimento contenuto. In proporzione, il [ ... leggi tutto » ]

Cosa dice l'imballaggio dei prodotti alimentari

I fabbricanti devono indicare la lista degli ingredienti presenti nei piatti pronti, specialmente la proporzione di ciò che viene presentato in evidenza sull'imballaggio. Quindi, se il prodotto si chiama"Risotto ai funghi porcini", la percentuale di funghi deve figurare sulla lista. L'indicazione del valore energetico e del tenore in proteine-glucidi-grassi [ ... leggi tutto » ]

Abitudini alimentari - Troppo sale fa male

Nei paesi industrializzati un adulto consuma in media 12 gr. di sale da cucina (cloruro di sodio) al giorno, quando invece ne basterebbero solo 6-8 gr. Questo eccesso, che favorisce l'ipertensione, proviene per l'80% dal sale "nascosto" nei prodotti industriali: pane, pasticceria, piatti cucinati, prodotti semi-pronti, formaggi ecc. chips, [ ... leggi tutto » ]

Meglio cibo refrigerato che cibo surgelato

Per la loro preparazione, conservazione e cottura cottura, i piatti refrigerati necessitano [ ... leggi tutto » ]

Attenzione agli additivi

Le procedure industriali possono far perdere agli alimenti il sapore, l'aspetto e i valori nutritivi. Quindi si ricorre a numerosi additivi alimentari destinati a migliorare la presentazione, il gusto e la conservazione. Questi prodotti accrescono il rischio di intolleranza alimentare. È il caso del glutammato di sodio (codice alimentare: [ ... leggi tutto » ]

Mangiare veloce e sgranocchiare

Si assiste all'emergere di un nuovo stile di alimentazione. I"tre pasti in famiglia", completamente preparati in casa, sono rimpiazzati da pasti presi spesso da soli, ad orari variabili e con piatti già parzialmente o totalmente preparati. Sono finiti gli orari ed i luoghi di consumo fissi. Molte persone preferiscono [ ... leggi tutto » ]

A tavola conciliare guadagno di tempo e salute

Per rispondere a questa evoluzione, l'offerta di piatti già pronti si è considerevolmente ampliata. Le persone che si preoccupano della salute possono comporre un menu equilibrato, a condizione di scegliere bene. Si trovano infatti in commercio insalate già pronte, con verdura fresca che apporta le fibre alimentari [ ... leggi tutto » ]

Piatti preconfezionati non sono necessariamente meno ecologici

Preparare i propri pasti con ingredienti di base prende più tempo, ma risulta spesso meno caro che nutrirsi con cibi già pronti o semi-cucinati. Per una persona sola, consumare piatti già cucinati non è necessariamente meno ecologico che mettersi di persona ai fornelli: viste le grandi quantità in gioco, [ ... leggi tutto » ]

Equilibrio dietetico e obesità

Principale problema con gli alimenti preparati è la difficoltà di controllare ciò che si ingerisce, sia sul piano della qualità nutritiva sia su quello della quantità (la porzione viene imposta dal fabbricante). Inoltre, questi prodotti contengono spesso un eccesso di zucchero, di sale e di grassi. Considerando anche la [ ... leggi tutto » ]

Attenzione al tipo di grassi

Secondo i medici, si dovrebbe evitare di consumare troppi grassi vegetali "idrogenati" che sono generalmente prodotti con oli di minore qualità (copra, olio di palma ecc.) trasformati tramite processi chimici. Questa idrogenazione permette ad alcuni alimenti industriali di conservarsi bene a temperatura ambiente e di non irrancidirsi troppo velocemente [ ... leggi tutto » ]

Zuccheri e sale "nascosti"

Si aggiunge dello zucchero (glucosio, saccarosio, lattosio, maltosio, ecc.) non solo ai dolciumi, ma pure a molti piatti con salse, per esaltarne il sapore ed essere apprezzati da un maggior numero di persone. Il sale è aggiunto in dosi spesso eccessive a numerosi prodotti, senza che se ne noti [ ... leggi tutto » ]

Conservanti coloranti ed antiossidanti

I piatti pronti possono contenere una lunga lista di additivi alimentari catalogati come sostanze "E" (coloranti, conservanti, antiossidanti, stabilizzatori, esaltatori di sapore), come pure di aromi. Seppur autorizzati e spesso necessari ad una bella presentazione ed alla conservazione dei prodotti, taluni di questi additivi sono sospettatidi provocare [ ... leggi tutto » ]

Al ristorante

Mangiare al ristorante permette di guadagnare tempo, senza perdere il lato conviviale. Ma non è sempre facile conoscere la provenienza degli alimenti, né sapere se sono stati prodotti r [ ... leggi tutto » ]