Cosa è la messa in mora del creditore

Avete letto bene, il titolo è proprio la messa in mora del creditore!!!

Si può mettere in mora il creditore quando questi rifiuti, senza un legittimo motivo, di ricevere il pagamento offertogli dal debitore (ai sensi degli articoli 1208 e 1209 del codice civile), o nel caso in cui il creditore non compia gli atti (cosiddetti preparatori) necessari al ricevimento della prestazione dovuta dal debitore.

Così, mentre la mora del debitore pone in essere un illecito civile siccome consistente nella violazione di un obbligo il quale produrrà una responsabilità in capo al debitore, nella mora del creditore (o mora accipiendi) non vi sarà una valutazione di colpevolezza e/o responsabilità, in quanto l'obbligo del creditore di accettare la prestazione del debitore non è contemplato.

Il debitore, semmai ha comunque il diritto potestativo di essere liberato senza compromettere quelli che sono i diritti del creditore moroso. Presupposti della mora del creditore, sono: il ritardo nell'adempimento dovuto a fatto del creditore, la necessaria offerta solenne del creditore stesso effettuata con il rispetto delle formalità previste dall'articolo 1208 del codice civile (in caso questa non fosse stata fatta da un pubblico ufficiale, pur se tempestiva, non provocherebbe la mora del creditore, pur non potendosi considerare inadempiente il debitore), il rifiuto del creditore a ricevere la prestazione, senza un motivo giustificato.

Effetti della costituzione in mora del creditore, saranno: il dovuto risarcimento dei danni patiti dal debitore, la cessazione degli interessi dovuti da quest’ultimo al creditore (o gli eventuali frutti provenienti dalla cosa, che non saranno più dovuti), il passaggio a carico del creditore del rischio dell'impossibilità della prestazione.

Per capire come nella realtà si verifichi la circostanza in cui un creditore possa rifiutare l'adempimento da parte del debitore, e sia necessario pertanto mettere in mora il creditore, riportiamo di seguito, per pura comodità,  lo scambio di commenti fra Karalis e David avvenuto nel mese di agosto e relativo ad una questione in cui, se ce ne fosse stato il tempo, la messa in mora del creditore sarebbe stata la soluzione migliore per risolvere il problema.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , , , , ,

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cosa è la messa in mora del creditore. Clicca qui.

Stai leggendo Cosa è la messa in mora del creditore Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 5 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria tutela debitore - difesa dalle scorrettezze Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


cerca