Tutela della Maternità » Anche se moglie è casalinga il coniuge ha diritto ai riposi giornalieri

Tutela della maternità: interessante sentenza del Consiglio di Stato. Viene parificata la posizione della casalinga alla dipendente.

I riposi giornalieri spettanti al pubblico dipendente in maternità possono essere usufruiti dal coniuge, sempre pubblico dipendente, la cui moglie è casalinga.

Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dal Consiglio di Stato con sentenza 4618/13.

Per entrare nel merito della questione va ricordato che per la persona in maternità, secondo normativa vigente, sono previsti riposi giornalieri con decorrenza dal giorno successivo al compimento del terzo mese di vita del figlio.

Secondo quanto disposto dalla pronuncia in esame i predetti riposi possono essere usufruiti dal padre anche nel caso la moglie sia una semplice casalinga.

A parere dei Giudici di Palazzo Spada, infatti, è necessario dare sostegno alla famiglia ed alla maternità in attuazione delle finalità generali di tipo promozionale posta dalla Costituzione, e quindi occorre garantire al padre i permessi per la cura del figlio anche quando la madre non abbia diritto ai permessi stessi perché casalinga, situazione che impegna la madre in attività che distolgono dalla cura del neonato.

In questo modo si fa definitivamente strada l'assimilazione della lavoratrice casalinga alla lavoratrice dipendente.

Dapprima, infatti, il beneficio dei permessi spettava al padre esclusivamente nel caso in cui la madre non fosse stata lavoratrice dipendente, prevedendo tutte le ipotesi d'inesistenza di un rapporto di lavoro dipendente della madre, comprese quindi la situazione della donna che svolga attività lavorativa autonoma, ma anche quella di una donna che non svolga alcuna attività lavorativa o comunque svolga un'attività non retribuita da terzi come, appunto, la casalinga.

15 settembre 2014 · Andrea Ricciardi

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su tutela della maternità » anche se moglie è casalinga il coniuge ha diritto ai riposi giornalieri.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.