Assegno di mantenimento » non va corrisposto se non si può lavorare a causa della salute precaria

L'assegno di mantenimento non va corrisposto se è impossibile lavorare a causa di condizioni di salute precarie.

Salute precaria, difficile lavorare: l'uomo può ancora evitare il mantenimento per i figli.

Le condizioni fisiche precarie e la conseguente difficoltà a lavorare possono portare all'azzeramento dell'assegno di mantenimento previsto, dai giudici di merito, a favore dei figli della coppia.

Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 20145/14.

Dopo una separazione personale, a parere degli Ermellini, le precarie condizioni di salute del coniuge obbligato, che ne compromettono gravemente la capacità lavorativa, possono addirittura graziare lo stesso dall'onere dell'assegno di mantenimento.

26 settembre 2014 · Genny Manfredi

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su assegno di mantenimento » non va corrisposto se non si può lavorare a causa della salute precaria. Clicca qui.

Stai leggendo Assegno di mantenimento » non va corrisposto se non si può lavorare a causa della salute precaria Autore Genny Manfredi Articolo pubblicato il giorno 26 settembre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 4 marzo 2017 Classificato nella categoria famiglia - affidamento e mantenimento dei figli . Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info