Mancata corresponsione assegno di mantenimento » E' reato anche se coniuge beneficiario non versa in stato di bisogno [Commento 1]

  • margini71 26 febbraio 2015 at 10:01

    Buongiorno, io ho una situazione paradossale, io e la mia ex moglie sono 15 anni che andiamo avanti a querele e controquerele, la situazione attualmente è questa, io ho querelato lei perché esattamente dal 31/12/11 non mi fa rivedere mio figlio poiché lei è una bambina capricciosa, io ho fermato il versamento dell'assegno di mantenimento solamente dal mese di ottobre 2012 perché non vedo il motivo per il quale debba elargire un assegno per un figlio che non vedo e non sento. Io mi sono rifatto una famiglia con figli, lei anche ma senza ulteriori figli. Il punto è questo, che dopo la mia querela perché non vedo il bambino, lei mi ha contro querelato perché asserisce che in tutti questi anni no le ho dato il mantenimento, ma è tutto falso dato che io ho le copie del bonifico effettuato, alcune ricevute da lei firmate quando le davo i soldi contanti, qualche ricevute di assegni circolari, la cosa che chiedo è se è possibile risalire eventualmente all'emissione da parte mia di altri assegni circolari che ho emesso, da banche diverse ogni mese in passato, che purtroppo non mi trovo la ricevuta (la madre) dell'assegno circolare a suo nome, o se è possibile fare richiesta per un estratto conto del suo conto corrente dove si evince il versamento degli assegni circolari da me emessi a suo nome affinchè possa dimostrare che io ho dato sempre quello che le spettava se fosse possibile fare, come mi dovrei comportare. Grazie per l'eventuale risposta che ne dovesse derivare. Saluti

    • Annapaola Ferri 26 febbraio 2015 at 12:13

      E' stato, ed è, comunque un errore sospendere il pagamento dell'assegno di mantenimento. Qualunque siano le motivazioni di dissidio con la coniuge separata, esse vanno rappresentate al giudice e non possono giustificare, in alcun modo, l'omessa corresponsione del mantenimento.

      Non è possibile, per lei, chiedere un estratto del conto corrente intestato alla coniuge separata: ne può fare istanza al giudice, come ultima ratio, per provare i versamenti effettuati.

      Per ottenere gli attestati degli assegni circolari non trasferibili, richiesti a suo nome ed intestati al coniuge separato, nonché dell'eventuale avvenuto regolare pagamento degli stessi, deve rivolgersi alle banche che tali assegni circolari hanno emesso. E' un suo diritto, anche se il servizio è a pagamento.

1 2

Torna all'articolo