Ma questo, è un blog razzista?

Trascorro, ormai, notti insonni e nei miei incubi appare sempre la ministra Beatrice Lorenzin, antirazzista esemplare fino al punto di affermare, convinta, il singolare concetto secondo il quale, con la fecondazione eterologa, non dovrà essere possibile conoscere la razza del donatore. Mi chiedo se una coppia di colore, costretta a ricorrere alla fecondazione eterologa, sarebbe felice di ricevere dalla cicogna un bel bambino bianco (magari biondo e con gli occhi azzurri) o giallo (con gli occhi a mandorla) o, al massimo, mulatto (ma con gli occhi azzurri, il taglio a mandorla e le labbra tumide). Come a dire, gameti privati e pubbliche corna ...

Ma perchè nei miei incubi c'è la Lorenzin? Lo confesso, ho la coscienza sporca! Dopo aver letto le sue puntuali esternazioni, ho capito di essere un pericoloso razzista. Ho infatti bannato cinesi, africani, ucraini, russi da questo sito, solo perché da mattina a sera si divertivano a scandirlo alla ricerca di chissà cosa, generando una miriade di pagine non trovate, che a Google non piacciono affatto.

Merito una punizione esemplare? Certamente! L'unico sollievo, che mi lascia sperare in un pizzico di clemenza, è la fortunata circostanza che al Ministero dello sviluppo economico (che dovrebbe occuparsi di internet) non siedano né la Marianna Madia, né la Maria Elena Boschi.

Un momento: sarò pure antifemminista? Mah, ogni giorno ha la sua pena e a questo ci penserò stanotte ...

12 agosto 2014 · Simone di Saintjust

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ma questo, è un blog razzista?. Clicca qui.

Stai leggendo Ma questo, è un blog razzista? Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 12 agosto 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 22 gennaio 2017 Classificato nella categoria attualità e riflessioni Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info