Ma la surroga del mutuo può essere negata dalla banca originaria?

Ho un mutuo con una banca, ma ne ho trovata un'altra disposta a farmi condizioni migliori: mi chiedevo se la banca con cui ho adesso il mutuo può negarmi il trasferimento.

Rispondetemi, grazie.

Tutti i mutui si possono surrogare, anche se in qualche caso l'operazione può essere un po' più difficile e lunga. In particolare, ci sono due casi in cui può capitare di sentirsi dire allo sportello della propria banca che non è possibile trasferire a terzi l'ipoteca: il mutuo frazionato e quello cartolarizzato. In realtà non è così: vediamo i diversi casi.

Il frazionamento, infatti, riguarda il mutuo originariamente concesso al costruttore della casa, e al quale il cliente subentra nel rapporto con la banca: quindi la surroga è possibile. Se invece il mutuo viene cartolarizzato, l'interlocutore per l'operazione di surroga non è più la banca presso cui si è acceso il prestito ma la cosiddetta «società veicolo», a cui il credito è stato ceduto; lo prevede esplicitamente la convenzione stipulata tra l'Abi, l'Associazione bancaria italiana, e il Consiglio nazionale del notariato nel novembre 2007, in attuazione della legge sulla portabilità dei mutui.

Il problema è che spesso in questo caso la durata dell'operazione di allunga in maniera anche significativa. Non bisogna scoraggiarsi, consiglia l'esperto: si può anche chiedere una mano ai notai stessi o alle associazioni dei consumatori. Ogni caso, d'altra parte, va studiato singolarmente, per vedere attraverso quale modalità è possibile realizzare la surroga nel modo più veloce possibile.

11 ottobre 2008 · Piero Ciottoli

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ma la surroga del mutuo può essere negata dalla banca originaria?. Clicca qui.

Stai leggendo Ma la surroga del mutuo può essere negata dalla banca originaria? Autore Piero Ciottoli Articolo pubblicato il giorno 11 ottobre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 14 gennaio 2017 Classificato nella categoria decisioni Arbitro Bancario Finanziario in tema di clausole vessatorie portabilità violazione dovere buona fede contrattuale risarcimento Inserito nella sezione giurisprudenza del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 2

Contenuti suggeriti da Google

Altre info