Usura - un pò di storia

L'usura è considerata, da tutte le religioni monoteiste, un furto, proibito com'è noto, dal settimo comandamento "non rubare". L'enciclica "Vix pervenit" di Benedetto XIV° (1745) dice: <sia lungi dall'animo dei Cristiani la convinzione che, con l'usura, o con simili ingiustizie inflitte agli altri possano fiorire lucrosi commerci; invece abbiamo appreso dallo stesso Divino Oracolo che "La Giustizia eleva la gente, il peccato rende miseri i popoli"> e l'enciclica "Rerum novarum" di Leone XIII (1891) ammonisce: <è dovere dei ricchi non danneggiare i piccoli risparmi dell'operaio [di chi lavora] né con violenza né con frodi né con usure manifeste o nascoste>. L'usura è combattuta, anche con maggior forza dei cristiani, sia dall'Islam che dall'Ebraismo (che la permette però nei confronti dei "gentili", i non ebrei). Solo i "razionalisti" (i massoni) ritengono lecito chiedere interessi per i prestiti senza alcun limite, che, a loro dire, sarebbe posto automaticamente dal "mercato".

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su usura - un pò di storia. Clicca qui.

Stai leggendo Usura - un pò di storia Autore Loredana Pavolini Articolo pubblicato il giorno 3 febbraio 2009 Ultima modifica effettuata il giorno 4 marzo 2017 Classificato nella categoria usura fondi antiusura e confidi Inserito nella sezione contratti di prestito - microcredito usura e sovraindebitamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 2 3 4

Contenuti suggeriti da Google

Altre info