Contratto di locazione - Effettuare la registrazione conviene

Nell'articolo che segue vi illustriamo come effettuare correttamente la registrazione di uno o più contratti di locazione.

Secondo quando disposto dalla normativa vigente, oltre alla nullità della forma scritta del contratto, non è permessa, tra le parti, la contestuale stipula di altri accordi con contenuto diverso da quello invece del contratto che è stato registrato.

Da ciò ne deriva la nullità di ogni accordo diretto a determinare un importo del canone di locazione superiore a quello risultante dal contratto scritto e registrato.

La ragione è di portare trasparenza nell'ambito di un controllo sociale del mercato delle locazioni abitative.

Le disposizioni legislative hanno poi stabilito la nullità assoluta del contratto di locazione in caso di mancata registrazione fiscale.

Questo obbligo stabilisce, infatti, che i contratti di locazione di immobili quale che ne sia l'uso, o i contratti che comunque costituiscono diritti personali di godimento di unità immobiliari sono nulli se, nel caso vi sia obbligo di registrazione, non siano registrati.

La nullità si estende necessariamente a ogni pattuizione successiva alla stipulazione del contratto.

La legge ha come fine primario quello di colpire l'evasione fiscale e quello di proteggere l'interesse del fisco a percepire, seppure tardivamente, l'imposta di registro maggiorata di interessi e di sanzioni.

A essere sanzionata, dunque, è la mancata registrazione del contratto e non l'omissione del pagamento dell'imposta nel corso della sua durata.

Ancora più pesanti le conseguenze nel caso di locazioni a uso commerciale, dove la mancata registrazione del contratto, comportando la nullità di ogni pattuizione, vanificherebbe la tutela dell'avviamento commerciale, della prelazione e della cessione dell'azienda, che non potrebbe essere invocata per un contratto originariamente nullo.

Il proprietario dell'immobile, potrebbe comunque continuare a percepire il corrispettivo per tutta la durata del godimento dell'immobile.

Su questo orientamento anche la Corte Costituzionale, la quale ha ribadito l'assoluta irrilevanza della mancata registrazione del contratto sulla autonomia negoziale delle parti e sulla validità del contratto.

Il fattore chiave è che la registrazione, prima o dopo, venga effettuata e che il fisco raggiunga il suo scopo attraverso il ravvedimento dei contraenti del contratto.

Ribadiamo, infatti, che viene sanzionata la mancata registrazione del contratto e non l'omissione del pagamento dell'imposta nel corso della durata del contratto.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su contratto di locazione - effettuare la registrazione conviene.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.