L'imboscata notturna dell'ausiliare del traffico

Spettabile redazione, Vi scrivo per denunciare un fatto che ha dell'incredibile, ma purtroppo è accaduto veramente. Meno di un'ora fa (00.53 !) mi è stata elevata una multa da uno speciale ausiliario del traffico (!) in via della Piramide Cestia, "per aver parcheggiato senza esporre il titolo di pagamento".

Ora, non intendo certo sciupare il mio e il Vostro ancor più prezioso tempo nel contestare una multa in sé, che comunque è da considerarsi superflua, inefficace e anche vessatoria, vista l'ora notturna e il flusso veicolare praticamente inesistente. Non starò a polemizzare sul fatto che la multa è stata applicata sul parabrezza della mia auto proprio nei cinque minuti in cui mi ero allontanato per andare a scambiare una banconota da cinque euro nel bar di fronte alla via (non avevo avuto la previdenza di portare delle monete per il parchimetro, sapendo che ormai sta diventando un apparecchio fuori moda e men che meno dovrebbe funzionare notte tempo).

Ad allibirmi è stato soprattutto il comportamento del signor ausiliario, il quale, accortosi che stavo pagando la sosta con il modulo della multa in mano e che l'avevo notato a mia volta, ha pensato bene di infilarsi di corsa in un'automobile e sparire nella notte! Mi viene da ridere, ma preferisco mantenere un atteggiamento consono alla gravità della pur allucinante situazione, poiché mi viene da pensare che un simile atteggiamento svilisce la dignità del cittadino e lo sfiducia nei confronti delle Autorità e dell'Amministrazione.

Per quanto mi sprema le meningi nel trovare una logica "punizione" alla mia "infrazione", non riesco ad accettare una serie di incongruenze:

1) Perché devo pagare la sosta anche alle 01.00 di notte in un quartiere praticamente spopolato a causa delle ferie estive?

2) Perché, pur accettando di pagare, sono stato multato in quei pochi obbligatori minuti che mi sono serviti per andare a reperire il denaro in monete?

3) Perché non ho avuto la possibilità di comunicare con l'ausiliario del traffico e di far valere le mie ragioni?

4) Perché mai un ausiliario del traffico dovrebbe spostarsi in automobile per svolgere le proprie funzioni invece di presidiare la sua zona di competenza a piedi?

5) È davvero necessario impiegare un ausiliario del traffico a quell'ora in quella zona poco frequentata? In attesa di risposte ufficiali (e davvero convincenti, non mi arrenderò facilmente!), vorrei lanciare una provocazione: non è che questi poveretti degli ausiliari sono alla disperata ricerca di automobilisti da multare per riuscire in qualche modo a ripagare gli stipendi che vengono loro corrisposti?

Se così fosse, sarebbe molto facile placare la loro ansia e, soprattutto, quella di noi "normali" cittadini abituati a parcheggiare in posti tranquilli di notte senza voler intralciare qualsivoglia traffico sì da renderlo bisognoso di ausilio. Basterebbe - e qui mi rivolgo direttamente all'Illustre Sindaco Alemanno, che dovrebbe leggere in copia - ricollocarli e conferir loro altri incarichi e altre mansioni di reale supporto al traffico veicolare o alla cittadinanza in genere.

Personalmente credo molto nelle risorse umane e a mio parere è una grave dissipazione continuare a destinare centinaia di uomini a svolgere limitate attività di pura repressione e recupero crediti, senza neanche tentare un approccio interattivo col cittadino, che in questo modo mai percepirà di ricevere un servizio realmente utile. Vi ringrazio per l'attenzione concessami e Vi prego di pubblicare questa mia testimonianza, anche rielaborandola o sintetizzandola secondo le Vostre esigenze. Io rimango a disposizione di chiunque voglia gentilmente fornirmi gradite risposte agli interrogativi posti. I migliori saluti

Leonardo Evangelista

da Il Messaggero

8 agosto 2008 · Patrizio Oliva

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su l'imboscata notturna dell'ausiliare del traffico.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.