Libretto deposito al portatore e relative sanzioni

Oggi sono andato alla banca dove possiedo un libretto deposito al portatore intestato a mio figlio di 3 anni con importo saldo di 1'350,00

Oggi sono andato alla banca dove possiedo un libretto deposito al portatore intestato a mio figlio di 3 anni con importo salto di 1'350,00.

La banca mi comunica che c'è un problema e che questo libretto deposito non'è più regolare e che è soggetta a sanzioni pari dal 1% al 40% con sanzione minima di 3,000 euro.

io sono cascato dalle nuvole non sapendo di questo decreto monti, allora mi sono ribellato con la banca e ho chiesto come mai non fossi stato avvisato per poter intervenire in tempo.

Mi hanno risposto che controlleranno i tabulati e vedranno come mai non fossi stato avvisato. Premetto che questo decreto è entrato in vigore il 06/12/2011 e io ho fatto un versamento di 750 euro il 02/12/2011.

Come è possibile che il bancario allo sportello non mi abbia avvisato?

Come posso tutelarmi?

La vicenda andrebbe segnalata all'Arbitro Bancario Finanziario

Un caso esemplare di inefficienza delle banche, che si ricordano dei propri clienti solo quando si tratta di mungere qualche commissione o estorcere variazioni di interesse sui depositi a loro favore.

La vicenda andrebbe segnalata all'Arbitro Bancario Finanziario. Il ricorso è semplicissimo, non richiede supporto legale e basta una semplice raccomandata AR.

arbitro bancario finanziario - guida pratica alla risoluzione stragiudiziale delle controversie bancarie

3 ottobre 2012 · Ornella De Bellis

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su libretto deposito al portatore e relative sanzioni.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.