Libretti di deposito o di risparmio - dopo un versamento controllare sempre l'avvenuta annotazione

Le annotazioni sul libretto di deposito o di risparmio, firmate dall'impiegato della banca, fanno piena prova nei rapporti fra la stessa e il depositario.

Se manca un'annotazione ed il denaro è stato comunque versato "brevi manu" all'impiegato, si può superare questa presunzione con la dimostrazione che un'operazione di versamento di somme, ancorché non annotata, sia stata comunque eseguita.

In tema di onere della prova, infatti, ai sensi di quanto disposto dal codice civile, è colui che afferma l'esistenza di un diritto a dover provare i fatti che ne costituiscono il fondamento.

Così la Corte di cassazione nell'ordinanza numero 14888/14.

3 luglio 2014 · Rosaria Proietti

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su libretti di deposito o di risparmio - dopo un versamento controllare sempre l'avvenuta annotazione.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.