Le prossime scadenze utili per riscuotere il bonus famiglia

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Seconda chiamata per il bonus famiglia: dipendenti e pensionati che intendono chiedere il bonus “fotografando” la situazione del 2008 (composizione familiare e relativo reddito) possono farne richiesta al proprio datore di lavoro o ente pensionistico entro il prossimo 31 marzo. Se il bonus non viene erogato dal sostituto d'imposta si può ricorrere al modello Unico o 730/2009. Chi è esonerato dalla denuncia dei redditi può presentare la richiesta all'Agenzia delle Entrate per via telematica entro il 30 giugno 2009: l'importo spettante verrà accreditato sul conto corrente che il contribuente indica nella domanda.

Le altre chance. Chi, invece, sceglie il 2007 come anno di riferimento per la verifica dei requisiti (componenti della famiglia e reddito complessivo familiare), poteva farne richiesta al datore di lavoro o ente pensionistico entro lo scorso 28 febbraio. Se il bonus non è stato erogato dal sostituto, si potrà presentare la richiesta direttamente all'Agenzia delle Entrate (solo per via telematica) entro il 30 aprile 2009. Quest’ultima possibilità può riguardare anche i lavoratori domestici che non hanno un sostituto d'imposta.

Richiesta on line. Il software per la compilazione e l'invio delle domande all'Agenzia delle Entrate è disponibile on line sul sito www.agenziaentrate.it e può essere utilizzato dal singolo contribuente, dai datori di lavoro per trasmettere al Fisco le domande ricevute dai propri dipendenti e dai professionisti abilitati.

A chi spetta. Il bonus straordinario spetta ai residenti in Italia, senza partita Iva, che nel 2008 hanno percepito redditi da lavoro dipendente, pensione o assimilati (ad esempio collaborazioni, anche a progetto, lavori socialmente utili, assegni periodici percepiti dal coniuge) ed eventualmente redditi di terreni e fabbricati, per un ammontare non superiore a 2.500 euro.

Il beneficio, che spetta ad un solo componente del nucleo familiare, varia in base ai componenti della famiglia e al reddito globale 2007 o 2008: minimo 200 euro, massimo 1.000 euro. Tutti i familiari, escluso il coniuge, devono essere fiscalmente a carico del richiedente (cioè con reddito globale fino a 2.841 euro annui).

di Oliviero Franceschi

19 marzo 2009 · Antonio Scognamiglio

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Angela Benazzi 10 giugno 2009 at 14:23

    Mi avevano detto che il bonus famiglia veniva pagato entro maggio, siamo al 10 giugno, quando arriveranno i soldi, ho fatto domanda tramite l'agenzia delle entrate. Grazie.

    • Carlo Rossi 22 giugno 2009 at 22:14

      Mi trovo nelle stesse condizioni. Stamattina ho chiamato al numero verde dell'Agenzia delle Entrate, per chiedere, appunto, dei tempi di erogazione del Bonus. Risposta dell'operatore: "Per ora l'hanno ricevuto solo quelli che ne hanno fatto richiesta al datore di lavoro o all'Ente pensionistico. A fine anno o all'inizio del 2010 si saprà qualcosa di concreto per chi dovrà riceverlo direttamente dall'Agenzia!!!" Giusta replica: "E' mai possibile che nel nostro Paese il prezzo più alto lo debbano pagare sempre i soggetti più deboli?"

    • Una mamma 29 luglio 2010 at 19:28

      Guardate la data di questo post! ad oggi non ho ricevuto neanche un euro di bunus, neanche una comunicazione dall'agenzia delle entrate per questo clamoroso ritardo (oltre un anno).
      C'è qualcun altro che sta aspettando dallo scorso anno?