Le coperture assicurative a garanzia del mutuo [Commento 1]

  • mario perna 6 settembre 2009 at 05:45

    Molto spesso ci si trova in presenza di mutui cointestati al coniuge oppure al genitore. Ma che cosa accade quando ci si separa dal coniuge oppure in caso della morte del genitore?

    Nel caso in cui ci sia un mutuo cointestato al genitore è necessario controllare se esista un'assicurazione causa morte. In caso positivo l'erede o gli eredi non andranno ad ereditare il debito contratto in vita.

    Nel caso in cui non ci sia invece tale assicurazione, l'erede, accettando l'eredità entra in possesso anche del debito contratto. Si parla allora di surroga del mutuo che potrà essere formalizzata con una semplice scrittura privata e senza

    Diverso è il caso in cui ci si trovi in presenza di un mutuo cointestato al coniuge dal quale ci si stia separando. In tal caso per la surroga del mutuo è possibile trovare anche un istituto di credito che offra condizioni più vantaggiose rispetto al primo istituto bancario con il quale si contratto il primo mutuo.

    Fondamentale è che tutti e due i coniugi siano consenzienti alla surrogabilità del mutuo presso qualsiasi banca e che si vada a stipulare il tutto in una scrittura privata che dovrà riportare tutti gli elementi del caso.

    Ovviamente poi la surroga del mutuo dovrà essere certamente trascritta. Alternativa possibile, ma certamente più costosa: rilevare la quota dell'altro coniuge.

Torna all'articolo