Assegno per il nucleo familiare [Commento 9]

  • jojo 10 gennaio 2010 at 21:40

    salve, avrei bisogno di un aiuto. sono divoriata e con due figli con affidamento congiunto, i bimbi hanno residenza con me. vorrei chiedere gli assegni familiari inps ma il mio ex marito non vuole firmare anche se lui non può richiederli. il quesito è il seguente, il mio avvocato mi ha detto che non conviene chiedere nulla altrimenti rischierei una sua denuncia, ma quardando qua e là su internet e parlando in giro, ho trovato una legge che inmancanza In mancanza di tale accordo( accordo tra i due a chi spetta chiedere gli assegni)l'autorizzazione alla percezione della prestazione familiare verrà accordata al genitore con il quale il figlio risulta convivente in base a quanto previsto dall'art. 9 della legge n. 903/1977. posso rivalermi su questa legge e procedere senza nessun rischio? mi hanno detto anche chè è importante invece dividere al 50% le detrazioni ma gli assegni posso chiederli e non dividerli.. lui mi passa 500 euro a fronte del mantenimento dei figli io ne guadagno 800, qualcosa in più non farebbe male...

    • cocco bill 11 gennaio 2010 at 04:35

      A fronte della richiesta di assegno per il nucleo familiare - presentata da un lavoratore separato o divorziato - il datore di lavoro deve chiedere autorizzazione all'INPS per corrispondere gli importi, ed il lavoratore è chiamato a presentare una dichiarazione di responsabilità in cui indica la modalità di affidamento dei figli stabilita dall'accordo omologato o dalla sentenza giudiziale.

      Qualora due genitori separati o divorziati chiedano l'erogazione dell'assegno familiare (per nuclei familiari che comprendono gli stessi figli) l'INPS autorizza al pagamento solo il datore di lavoro del genitore che con i figli convive, nel rispetto dell'articolo di legge che lei cita.

      Pertanto non è possibile una doppia erogazione dell'assegno, nè è necessario che vi sia accordo preventivo per i genitori che richiedono l'assegno per il nucleo familiare.

      Per quanto riguarda le detrazioni fiscali, invece, esse vanno ripartite secondo la percentuale di affidamento.

1 7 8 9 10 11 26

Torna all'articolo